SLAVICA KOSTIC, RITROVATO IL CORPO: CONFESSA L’EX MARITO

by Redazione
1 comment
Slavica Kostic, donna serba uccisa

Era scomparsa da giorni ormai, dal 26 aprile precisamente quando la figlia, allarmata dal cellulare irraggiungibile, ha allertato le forze dell’ordine: Slavica Kostic, 37enne di origine serba, in realtà è stata uccisa e il suo cadavere occultato sull’altopiano carsico, al confine tra Italia e Slovenia. Avrebbe confessato l’omicidio l’ex marito, il 61enne Dragoslav Kostic.

La donna si guadagnava da vivere come badante e sembra che facesse spesso la spola tra i due Paesi. Il 26 aprile era arrivata a Trieste per un turno di tre settimane a casa di una coppia di anziani, poi il nulla.

OMICIDIO DI SLAVICA KOSTIC, LE INDAGINI

Nevena, la figlia di Slavica Kostic, aveva lanciato l’allarme la stessa sera della sparizione. La ragazza, che poi è giunta in città, si è subito insospettita di quel comportamento, sostenendo che le due si sentivano spesso durante l’arco della giornata e, soprattutto, che il telefono di Slavica non era mai spento. Serrate le indagini della Squadra Mobile (diretti da Marco Calì) che, con “numerosi indizi di colpevolezza” hanno fermato l’ex marito della donna che, poi, avrebbe confessato. Fonti di polizia affermano inoltre che per far luce sul caso di Slavica Kostic è stato fondamentale il supporto della Polizia Scientifica di Padova e la collaborazione tra forze dell’ordine italiane e slovene.

A indicare il luogo in cui era stato nascosto il cadavere di Slavica Kostic è stato proprio Dragoslav Kostic, anch’esso serbo. L’ex marito, incastrato e reo confesso, ha indicato agli agenti dove cercare: una cava di materiale edile nella zona di Kreplje, a pochi chilometri da Monrupino. Dragoslav Kostic avrebbe ucciso la donna nella sua abitazione, poi caricato il corpo in auto per trasportarlo lontano. I sospetti si sono concentrati sull’uomo che avrebbe mentito prima su quella notte (dove era), poi sulla circostanza dell’auto (quella utilizzata per trasportare il corpo della donna) distrutta in un incendio accidentale che i consulenti della Procura hanno classificato invece come doloso.

Ancora poco chiari i motivi che hanno innescato l’omicidio. Al centro, forse, proprio quella casa che era di proprietà di Dragoslav ma intestata a Slavica, e dove probabilmente Slavica doveva passare la sera del 26 aprile arrivata in città. Sicuramente, in quella casa che potrebbe essere stata l’ennesimo motivo di tensione tra i due ex coniugi si è consumato il delitto: nonostante all’apparenza tutto sembrasse in ordine, grazie alla Scientifica e all’utilizzo del Luminol (chi è avvezzo a CSI sa bene di cosa parliamo) è stato possibile capire che è stato tutto risistemato molto in fretta.

(fonte foto: Il Piccolo)

FEMMINICIDIO, NUOVA EMERGENZA

Si tratta del terzo caso in meno di 48 ore (sebbene la sparizione risalga a oltre 40 giorni fa). Prima dell’arresto di Kostic, una manciata di ore praticamente, Jean Luca Falchetto è stato arrestato per l’omicidio di Alessandra Maffezzoli nel Veronese, e ancora prima il 50enne Luigi Alfarano, impiegato dell’Ant, avrebbe ucciso strozzandola la moglie (con cui proprio quel giorno doveva discutere la separazione) Federica De Luca, per poi passare al figlio di appena 4 anni e poi togliersi la vita.

Potrebbe interessarti

1 comment

ANIELLO LAMBERTI UCCIDE LA MOGLIE ANGELINA FUSCO E SI SUICIDA 15 Giugno 2016 - 16:39

[…] fossero confermate, si tratterebbe del quarto caso simile in circa due settimane, dopo quelli di Slavica Kostic, Alessandra Maffezzoli e Federica De […]

Reply

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot