04/30/2017
HomeArticoli scritti da Enrico Parolisi

Autore: Enrico Parolisi

Giornalista prestato al mondo digitale, è il direttore responsabile del progetto Livenet NewsNetwork. Un passato nel mondo delle televisioni, si occupa ora di comunicazione aziendale e politica e di social media management. Appassionato di jazz.

[email protected]

L'annuncio lo dà Angelino Alfano attraverso Twitter: "Gabriele Del Grande è libero. Gli ho parlato adesso, sta tornando in Italia". 1/2 Gabriele Del Grande è libero.Gli ho parlato adesso sta tornando in Italia.Ho avuto la gioia di avvisare i suoi familiari.Lo aspettiamo. — Angelino Alfano (@angealfa) 24 aprile 2017 In un tweet subito seguente il nostro ministro degli Esteri ringrazia

"Pray", letteralmente "Preghiera", è l'inedito che anticipa il lancio di EnnEnne Dub. Un brano che ricorda il sound dei primi Almamegretta e la maturità di anni di carriera alle spalle. Ritorna anche il tema delle radici tanto care al gruppo napoletano che ha letteralmente spaccato la scena musicale partenopea e italiana negli anni '90. Il frontman Raiz racconta,

Piccolo fenomeno editoriale tutto napoletano, il libro Single per legittima difesa della giornalista (e scrittrice, ormai) Nunzia Marciano ora diventa tema di dibattito per

I primi a mobilitarsi in massa sono stati i suoi concittadini di Lucca, con una grande manifestazione di piazza ieri per chiederne la liberazione: tra oggi e sabato in tutta Italia si sono organizzati eventi e incontri per chiedere che sia restituita la libertà a Gabriele Del Grande, 35enne reporter, regista e documentarista detenuto in Turchia per non precisate accuse. Sono già 11

Esausti dopo le grandi abboffate di Pasqua e Pasquetta, con la bilancia che vi osserva minacciosa lì in bagno, non resta che una corretta dieta alimentare per cercare quantomeno di limitare i "danni" e i conseguenti "sensi di colpa" a una due giorni in cui non sono mancate occasioni di "sgarrare" a tavola. Come comportarsi virtuosamente da oggi? Abbiamo chiesto

Sarebbe stato Francesco Marfisi, 60enne di Lanciano, ad uccidere a Ortona quella che era ancora sua moglie Letizia Primiterra (che aveva appena compiuto 47 anni) e Laura Pezzella, 33enne, cara amica di quest'ultima. Un doppio femminicidio che segue a breve distanza quello di Nidia Rodriguez che si è consumato nella notte a Camisano Vicentino. (foto copertina pubblicata da Il Centro) L'omicidio di Letizia

Gianni Lettieri risulterebbe indagato per "operazioni inesistenti" legate all'Atitech, di cui è azionista e presidente del cda. Non solo, ma la Guardia di Finanza su richiesta del gip del Tribunale di Napoli ha provveduto al sequestro preventivo di 350mila euro nelle disponibilità dell'azienda campana con base nell'aeroporto di Capodichino che si occupa di riparazione e manutenzione di aeroveicoli. L'ipotesi dell'accusa Al centro dell'indagine 41

Il giovedì Santo, a Napoli e nel napoletano, vuol dire immancabilmente zuppa di Cozze. Sua Maestà della tavola nel giorno della coena domini e della lavanda dei piedi di Cristiana ispirazione, la zuppa di cozze è un must per i partenopei ed è uno dei capisaldi della tradizione enogastronomica all'ombra del Vesuvio. Ci sono due possibilità per gustare questo piatto: prepararlo a

A Camisano Vicentino (Vicenza) un uomo, Mirko Righetto, 48 anni, avrebbe ucciso la moglie Nidia Licia Loza Rodriguez, 37enne di origini sudamericane, nella notte. Avrebbe chiamato lui stesso i carabinieri poi per costituirsi. L'ennesimo caso di femminicidio si registra quindi nel Vicentino e - laddove venissero confermate le prime ipotesi sulla dinamica degli avvenimenti - sarebbe un altro raccapricciante esempio

"A starsi ognora tra artisti ed industriali, a frequentare studi, scuole ed officine [

Location Eventi Sicilia Sito in wordpress con hosting! Prodotti tennis