MORTO CARLO AZEGLIO CIAMPI, DECIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

by Danilo De Luca
0 comment
carlo azeglio ciampi

Carlo Azeglio Ciampi è morto all’età di 95 anni. Decimo Presidente della Repubblica Italiana, ha attraversato un secolo di storia politica del nostro Paese.

Lo conferma all’Ansa il primario di Medicina Interna della clinica Pio XI Andrea Platania, che lo aveva in cura. Le sue condizioni si erano aggravate da qualche giorno, tanto da rendere necessario il ricovero. Era malato dal 2014, le sue condizioni si sono aggravate a fine agosto dopo una crisi mentre era in vacanza in montagna. Operato d’urgenza in seguito a una complicanza addominale (una peritonite con una infezione generalizzata), non si è più ripreso.

Carlo Azeglio Ciampi, nato a Livorno, è stato anche Governatore della Banca d’Italia (dal ’79 al ’93, e poi Governatore Onorario), Presidente del Consiglio dei Ministri (1993-1994) e due volte Ministro del Tesoro, del bilancio e della programmazione economica (negli anni ’90, con i governi Prodi e D’Alema).

Lascia la moglie Franca, compagna di un’intera vita.

La camera ardente aprirà domani 17 settembre 2016 a Roma alle 16:00, nella sala Caduti di Nassirya a Palazzo Madama.

CARLO AZEGLIO CIAMPI, IL CORDOGLIO DELLE ISTITUZIONI

Un coro quasi unanime, addolorato, saluta il Presidente emerito per l’ultima volta riconoscendogli il ruolo di grande uomo delle istituzioni. L’attuale Presidente Sergio Mattarella dice di Ciampi:

“Un grande italiano e un grande europeo, gli italiani non lo dimenticheranno. Continueranno ad apprezzarlo, e a considerarlo un esempio di competenza, di dedizione, di generosità, di passione”. “Ha legato il suo nome alla nascita dell’euro, e alla non scontata partecipazione dell’Italia al gruppo di testa. La sua determinazione è diventata un motore trainante per l’intero Paese […] Se l’Italia ha ancora un ruolo importante da giocare nel continente, e se può, a testa alta, collaborare per costruire il futuro comune, lo deve in buona misura alla passione e alla fede europeistica di uomini come lui”.

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi twitta:

“L’abbraccio del governo alla signora Franca. E un pensiero grato all’uomo delle istituzioni che ha servito con passione l’Italia”

napolitano ciampi

L’abbraccio tra Giorgio Napolitano e Carlo Azeglio Ciampi (fonte: Wikipedia)

Un altro Presidente emerito, Giorgio Napolitano, che a Ciampi susseguì, afferma di lui:

“Una straordinaria figura di italiano e di europeo […] Ha ridato forza all’idea e ai simboli della patria. E nel sentimento comune degli italiani ha impersonato valori preziosi di probità, integrità morale, talento operoso e multiforme cultura, dedizione alle cause più nobili”

Romano Prodi, nel ricordarlo, si dice “colpito dalla sua carica umana e dalla sua autorevolezza“, mentre Massimo D’Alema lo etichetta come “presidente di tutti i cittadini“.

Messaggi di commiato sono arrivati da tutti i vertici istituzionali e politici. Anche Papa Francesco ha deciso di portare, tramite telegramma, le sue condoglianze alla signora Franca:

“Nel ricordare la sincera amicizia che legava questo illustre uomo delle istituzioni a San Giovanni Paolo secondo, elevo fervide preghiere di suffragio invocando dal Signore per la sua anima la pace eterna. Con tali sentimenti invio a lei e ai congiunti la benedizione apostolica”

L’ATTACCO DI SALVINI

Fuori dal coro il leader della Lega Nord Matteo Salvini che definisce Ciampi “traditore come Napolitano, Prodi e Monti”. A Sky, Salvini afferma: “Ciampi si porta sulla coscienza il disastro sulle spalle di 50 milioni di italiani”.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Palloncini Ruota dell'Annunziata - Napoli Sale Slot