NOVARA: MARIA RITA TOMASONI UCCISA A COLTELLATE

by Redazione
0 comment
ospedale maggiore di Novara dove è morta Maria Rita Tomasoni

Non è riuscita a vincere la sua battaglia sotto i ferri: Maria Rita Tomasoni, 52 anni, è morta nella notte. A nulla è servito il lunghissimo intervento chirurgico al quale la donna è stata sottoposta. Le sue condizioni, già segnate da precari malanni, si sono aggravate e per la donna non c’è stato nulla da fare.

Originaria di Cerano, Maria Rita Tomasoni era invalida. Viveva a Novara da quando aveva sposato il marito Daniele Pasquali, che lavora nel cimitero della città come dipendente comunale.

L’omicidio della donna è avvolto nel mistero. Indagano i Carabinieri.

Omicidio di Maria Rita Tomasoni, la ricostruzione

Il tragico fatto di sangue si è consumato alla Bicocca di Novara nella mattina del 9 novembre 2016 (intorno alle 10:30). Ad allertare le forze dell’ordine una vicina che ha sentito delle urla provenire dall’appartamento della donna e del marito Daniele Pasquali, una casa in un complesso residenziale di via Cavalliari.

Quando i militari dell’Arma sono arrivati sul posto hanno trovato la donna riversa in un pozza di sangue, colpita da numerosi fendenti alla schiena e al petto. Come riporta Repubblica, citando fonti investigative, il delitto sarebbe stato “di una violenza inaudita”.

La donna è stata trasportata d’urgenza all’Ospedale Maggiore dove è stata immediatamente operata, ma le sue condizioni non lasciavano ben sperare.

Omicidio di Maria Rita Tomasoni, le indagini

I carabinieri hanno ascoltato a lungo il Pasquali, che al momento del delitto sembrerebbe essere stato al lavoro al cimitero comunale. Come riportato dall’Ansa, anche in queste ore gli uomini della Scientifica stanno cercando elementi utili per venire a capo di questo delitto.

Nessun segnale lasciava presagire un epilogo così drammatico: i vicini raccontano di una vita di coppia abbastanza tranquilla per i due coniugi e il marito agli investigatori avrebbe assicurato che la moglie – e la coppia – non avevano nessun nemico. Inoltre, in casa nessun segno di scasso e nessun segno di lotta. Non solo, ma la casa all’arrivo dei militari dell’Arma era in perfetto ordine.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot