FIRENZE: UNA DONNA E UN TRANS UCCISE A COLTELLATE

by Redazione
0 comment
Via Fiume a Firenze (foto Google)

Sangue a Firenze: alle prime luci dell’alba sono state accoltellate a morte il trans Gilberto Manoel Da Silva, brasiliano 45enne, e la sua amica Mariela Yosefina Santos Cruz, 25enne di origini dominicane. Il delitto si è consumato in un appartamento di via Fiume, in zona centro. Al momento dell’aggressione in casa c’era un’altra donna dominicana. Si è salvata lanciandosi dalla finestra: ora è ferita ed è interrogata dai carabinieri del Reparto Operativo che indagano sul caso.

Via Fiume, a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dalla Basilica di Santa Maria Novella (al centro di Firenze), è stata interdetta al traffico per permettere agli investigatori di effettuare tutti i rilievi del caso.

DUPLICE OMICIDIO DI FIRENZE, LA RICOSTRUZIONE

I fatti di sangue si sarebbero consumati poco prima delle sette del 29 giugno. Gilberto Manoel Da Silva, trans di origini sudamericane, era in casa con le due ragazze dominicane che ospitava. Ancora da chiarire tantissimi aspetti della vicenda. Un uomo, probabilmente italiano, sarebbe entrato nell’abitazione e avrebbe accoltellato Gilberto. Poi la furia omicida si sarebbe spostata sulle altre due presenti. Mariela è stata colpita dai fendenti dell’assassino. Si è trascinata fino all’androne del palazzo dove è stata soccorsa. Ma al suo arrivo in ospedale non c’è stato nulla da fare: la ragazza è morta poco dopo. F.M. (queste le iniziali dell’altra vittima dell’aggressione) si è lanciata invece dalla finestra dell’abitazione al primo piano. Soccorsa dal 118, era ferita ma “viva per miracolo”. Si spera che la giovane possa fornire dettagli importanti per identificare l’aggressore.

Nella casa – trapela da fonti investigative – tanto sangue ma nessun evidente segno di colluttazione violenta.

A dare l’allarme, secondo alcune fonti di stampa, alcuni vicini che hanno sentito delle urla provenire dall’appartamento, che sarebbe di proprietà di Gilberto Manoel Da Silva. L’edizione fiorentina di Repubblica, invece, racconta che sia stata la stessa ragazza che si è lanciata dalla finestra a porgere il cellulare a un passante e chiedere di avvertire i carabinieri.

A Firenze nel frattempo è caccia all’uomo.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot