Dove mangiare la zuppa di cozze a Napoli

by Redazione
0 comment
zuppa di cozze napoli giovedì santo

Il giovedì Santo, a Napoli e nel napoletano, vuol dire immancabilmente zuppa di Cozze. Sua Maestà della tavola nel giorno della coena domini e della lavanda dei piedi di Cristiana ispirazione, la zuppa di cozze è un must per i partenopei ed è uno dei capisaldi della tradizione enogastronomica all’ombra del Vesuvio.

Ci sono due possibilità per gustare questo piatto: prepararlo a casamangiarlo fuori a cena.

(nell’immagine copertina: una zuppa di cozze del ristorante “Da Corrado”, foto di Enrico Parolisi)

Come preparare la zuppa di cozze a casa

Ingrediente principale per la zuppa di cozze, manco a dirlo, sono le cozze: assicuratevi che siano fresche e sicure e di provenienza certa.

Fondamentale, una volta portate a casa, pulirle bene: sciacquarle abbondantemente sotto acqua corrente, pulire il guscio con una lama e con una paglietta d’acciaio di tutte le incrostazioni (potrebbero nascondere batteri) e rimuovere il bisso, detto dai napoletani anche ‘o steppone che è quella sorta di filaccio che sbuca dalla valva.

Un bancone con le cozze nei vicoli di Napoli (foto di Stefania Zona)

 

Fatto questo, dopo aver fatto rosolare in un recipiente olio e spicchio d’aglio, mettere a cuocere le cozze, sfumando se si vuole con un goccio di vino bianco, tenendo solo quelle che dopo pochi minuti di cottura si aprono. Unire il pomodoro preparato a mo’ di condimento (non parliamo assolutamente di un sugo, sia chiaro, come purtroppo si legge spesso nelle ricette online) e preparato precedentemente con prezzemolo tritato e peperoncino.

Una volta ottenuta la pietanza, a contraddistinguere la tipica zuppa di cozze napoletana tre importanti elementi: i crostini di pane (o freselle) destinati a spugnarsi, l’olio piccante da servire sopra la pietanza e la “ranfetella“, il tentacolo di polpo, che deve obbligatoriamente adornare il piatto. Va detto, però, che poi la fantasia la vince su tutto, basta che sia il mare il protagonista della nostra zuppa di cozze, quindi val bene adornare il nostro piatto con seppie, gamberoni, altri mitili come vongole, telline, fasulare, taratufi, cannolicchi o addirittura maruzzelle.

I ristoranti dove mangiare la zuppa di cozze il giovedì Santo a Napoli

Per andare sul sicuro, però, sono tantissimi i ristoranti a Napoli celebri per la propria zuppa di cozze. Cercate di anticiparvi o – addirittura – di prenotarvi per evitare file chilometriche perché l’affluenza è quella delle grandissime occasioni e tanti sono i napoletani che non rinunciano a questa pietanza il giovedì santo. I due più famosi sono – tra l’altro – uno di fronte all’altro in via Foria, praticamente adiacenti all’Orto Botanico. Siamo non molto distanti dalla stazione Centrale di Napoli e dal Centro Storico cittadino.

Stiamo parlando di “A Figlia d’o Marenaro“, letteralmente “La figlia del Marinaio”, e “Da Corrado“. Sono i due must per quanto riguarda la zuppa di cozze. Per una zuppa di cozze e un buon vino bianco da abbinarci i prezzi si aggirano tra i 20 e i 30 euro, anche se la tentazione di provare altre pietanze tipiche della tradizione gastronomica napoletana a base di mare sarà alta. Ricordiamo per chi non è avvezzo che la zuppa di cozze è bella grande e i meno affamati potrebbero avere difficoltà a finirla da soli!

La redazione vi consiglia, inoltre, un altro ristorante famoso per la sua zuppa di cozze e per l’atmosfera casareccia. Siamo un po’ più lontani dal centro della città, nell’area dei Camaldoli, dove praticamente in montagna c’è “O Russo“, letteralmente “Il Rosso”. Sulla strada Marano – Pianura, in un’atmosfera da paesino di collina che vi farà quasi dimenticare di essere a Napoli, sulla terrazza di questo ristorante è possibile provare una delle più blasonate zuppe di cozze della città.

Sempre nella zona collinare, apprezzata è la decennale esperienza di “Da Carluccio”, mentre andando verso il puteolano, dove tanti sono i ristoranti che possono proporre un’ottima cucina di mare e frutti di mare squisiti, ci sentiamo di consigliarvi Fish and Fruit su via Miliscola (più o meno nella zona di Arco Felice), una delle prime pescherie trasformatesi in ristorante ad ora di cena. Must per gli abitanti della zona flegrea.

 

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Palloncini Ruota dell'Annunziata - Napoli Sale Slot