Tennis, chi sono gli italiani più vincenti della storia

by Redazionale
0 comment

Il tennis è uno degli sport più praticati e seguiti al mondo. La sua tradizione va avanti da oltre un secolo e nel corso degli anni ci sono stati campioni che di volta in volta hanno ridefinito gli standard di questo sport. C’è stato ad esempio Williams Renshaw, sette volte campione a Wimbledon, oppure Suzanne Lenglen e Dorothea Douglass Chambers, entrambe pluricampionesse Slam, per poi proseguire con Fred Perry e Helen Wills Moody fino ai Margaret Court Smith e Rod Laver. Tutti campionissimi la cui eredità è stata raccolta da giocatori sempre più in grado di giocare sotto pressione e nell’arco di un intero anno con un tennis che ha via via cambiato forma accelerando il passo verso quello che è oggi.

Un tennis dinamico e veloce, per cui annoiarsi è difficile, anche grazie ai vari interpreti che stanno ancora oggi alzando il livello. Roger Federer, in questo, è stato forse il migliore, primo tennista a diventare un uomo copertina e simbolo di un intero movimento in ascesa che negli stessi anni ha dato anche altri campioni come Serena Williams, Rafa Nadal e Novak Djokovic.

Oggi il tennis gode di un successo forse senza precedenti e il merito va inevitabilmente anche a loro. Il serbo, in particolare, ha dimostrato come sia possibile vincere nonostante un’età avanzata grazie ad una cura quasi maniacale del corpo avvalendosi anche di strumenti all’avanguardia che hanno inevitabilmente migliorato le sue performance. E così, oggi si gode il primato per il maggior numero di titoli Slam, 24, a pari merito con la grande Margareth Court Smith.

Un traguardo irraggiungibile nell’immediato per i rivali di Nole che ora vede la presenza di tanti giovani che hanno già dimostrato di essere pronti per imporsi ai più alti livelli. Il primo a riuscirci è stato Carlos Alcaraz, campione Slam a 19 anni agli US Open del 2022 e quest’anno campione a Wimbledon. Come lui, però, c’è anche un altro giovane fuoriclasse, ed è il nostro Jannik Sinner.

Quest’anno l’altoatesino ha dimostrato di essere pronto per vincere il suo primo Major in carriera, chiaro segnale di come anche il nostro tennis sia migliorato. D’altronde, avere giovani campioni non capitava dai tempi di Pietrangeli e Panatta, e ora ci ritroviamo con l’avere due giocatori che hanno già raggiunto la top ten (Berrettini e Sinner), più un’altra folta schiera di giovani tennisti a cui manca poco per raggiungere alti livelli.

La speranza è quindi quella di vedere l’Italia tornare a vincere quella Coppa Davis vinta soltanto nel 1976 e sfuggita in più di un’occasione negli anni successivi. Anche il tennis femminile, però, ha le sue protagoniste, con Jasmine Paolini ed Elisabetta Cocciaretto che stanno crescendo di stagione in stagione, talvolta vincendo match contro avversari ben più quotati dagli esperti sportive come quello di Betway Sports.

Tuttavia, sono ancora lontane le vittorie di giocatrici come Flavia Pennetta e Sara Errani. E dunque vediamo quali sono stati i tennisti italiani più forti della storia nella speranza che i nostri portabandiera possano replicarle in futuro.

I tennisti italiani più vincenti della storia

Tra i tennisti più vincenti della storia del nostro Paese c’è Corrado Barazzutti, membro della squadra che vinse la storica Coppa Davis a Santiago del Cile e vincitore di cinque titoli in carriera (Nizza nel 1976, Bastad, Parigi indoor e Charlotte nel 1978, e al Cairo nel 1980). A quota sei, invece, troviamo Paolo Bertolucci, compagno dello stesso Barazzutti a Santiago del Cile e vincitore a Firenze (1975, 1976, 1977), Barcellona (1976), Amburgo e Berlino (1977).

Poi, un salto temporale fino ai giorni nostri, dove troviamo Matteo Berrettini, fermo con sette titoli dall’anno scorso a causa dei vari infortuni che lo hanno rallentato nell’ultimo anno. Per lui i successi sono arrivati a Gstaad nel 2018, a Budapest e Stoccarda nel 2019, a Belgrado e Queen’s nel 2021, e poi ancora Stoccarda e Queen’s nel 2022. A questi risultati, poi, va aggiunta una storica finale Slam raggiunta a Wimbledon nel 2021, persa soltanto contro il “marziano” Novak Djokovic.

A nove titoli troviamo due suoi colleghi di Davis, Fabio Fognini e, da poco, Jannik Sinner. Il sanremese vanta diversi successi importanti, con l’ultimo che, curiosamente, è quello più prestigioso, ovvero la vittoria del Masters 1000 di Montecarlo ottenuta nel 2019. Per Sinner, invece, la vittoria numero nove è arrivata di recente, in occasione dell’Atp 500 di Pechino.

Primo di questa classifica, considerando soltanto l’era Open, è invece Adriano Panatta, che si è fermato a quota dieci. Il romano ha giocato 26 finali in carriera, comprese quelle che lo fecero entrare nella leggenda del Roland Garros del 1976.

Ancora meglio, però, fece Nicola Pietrangeli (capitano di quella storica spedizione cilena che valse all’Italia il suo primo successo in Davis, condivisa con lo stesso Panatta), che è stato in assoluto il più grande tennista italiano per via dei suoi 48 titoli, di cui due Slam al Roland Garros, nel 1959 e nel 1960.

Tra le donne, invece, troviamo Sara Errani, che vanta 9 vittorie in singolare, tra cui Indian Wells, e tre Fed Cup con la Nazionale. Un titolo in più, invece, per la compagna di doppio Roberta Vinci. Le due sono state numero uno nel doppio e sono tra le poche ad aver completato il Career Grand Slam (sempre nel doppio).

Poi, va ricordata Sandra Cecchini, che tra gli anni Ottanta e Novanta vinse 12 tornei, mentre a quota 15 c’è Silvana Lazzarino, grande campionessa italiana del Dopoguerra che vinse 15 titoli, più una semifinale al Roland Garros.

Dopodiché, non si può tenere fuori da questa lista Francesca Schiavone che, seppur abbia vinto meno titoli delle colleghe citate in precedenza (8), è stata la prima giocatrice italiana a vincere un titolo Slam nel singolare (Roland Garros 2010).

Infine, chiudiamo con Flavia Pennetta, seconda campionessa Slam nella storia del tennis femminile azzurro e in grado di portarsi a casa 11 trofei. Nel doppio vinse anche un altro Major in coppia con l’argentina Gisela Dulko agli Australian Open del 2011.

 

Potrebbe interessarti

Radio ufficiale del Maggio della Musica AudioLive FM - digital radio di musica e cultura ECG a domicilio Napoli