Intervista all’ispettore Raffaele Esposito

by Eleonora Iasevoli
0 comment
Pomigliano – Affrontiamo il tema della sicurezza con l’ispettore Raffaele Esposito che, in occasione della presentazione della coalizione di Centro Destra capitanata alle prossime elezioni amministrative dal candidato sindaco Maurizio Caiazzo, ha raccolto la testimonianza di una donna in merito ad un episodio che ha coinvolto suo padre.
L’ispettore ci racconta che: <<è stato vittima di una brutale e vigliacca aggressione in pieno centro a Pomigliano per una banalissima questione di viabilità. Attraverso il sistema di videosorveglianza si è risalito alla targa del veicolo occupato dall’aggressore. La vittima, un noto imprenditore locale, una persona distinta, garbata, perbene, un padre di famiglia>>.
Decidiamo di approfondire la situazione con l’ispettore Esposito:<<Ecco sono questi gli atti di disordine sociale, gli atti di inciviltà, le trasgressioni commesse alla guida dei veicoli, che rendono Pomigliano una città insicura. Inoltre, si aggiungono i reati cosidetti predatori che sommati a quelli di inciviltà fanno si che oggi i cittadini di Pomigliano si sentono meno sicuri>>.
Gli chiediamo, dunque, cosa è necessario fare e la risposta non si lascia attendere:<<Maggiore presenza della polizia locale sul territorio sicuramente contribuisce ad una migliore prevenzione, ma occorre un ampliamento urgente dell’organico ed una maggiore dotazione di mezzi e strumenti>>.
Cosa si intende per ‘mezzi e strumenti’?
<<La video sorveglianza nel caso specifico ha contribuito a risalire alla targa, ma non al volto dell’aggressore, perchè quando si spendono i soldi per realizzare un progetto bisogna spenderli bene. La video sorveglianza va estesa a tutto il territorio e va resa qualitativamente efficiente con telecamere di elevata risoluzione, nonchè capaci di acquisire un ottima qualità di immagini anche negli orari notturni. Inoltre il sistema di video sorveglianza deve essere dotato di sistema di lettura targhe. La video sorveglianza di ottima fattura permette di effettuare una buona prevenzione anche per il contrasto allo sversamento dei rifiuti illeciti e permette di acquisire elementi utili nella ricostruzione di reati o fatti illeciti>>.
Cos’altro è opportuno fare per garantire sicurezza ai cittadini?
 <<La videosorveglianza va ampliata contestualmente ad un maggiore illuminazione pubblica sopratutto delle zone periferiche. Un app funzionale può permettere a chiunque: passanti, vittime, testimoni oculari di segnalare immediatamente un anomalia, un reato un fatto di disordine sociale>>.
Ma ritorniamo all’aggressione di cui ci ha raccontato:<<Ritornando all’aggressione, fenomeni del genere si registrano soprattutto nel fine settimana, quando molti giovani e non si riversano nel nostro territorio richiamati dalla movida, una movida che va regolarizzata e non condannata. Ci sono tanti esercizi commerciali che vivono grazie alla la movida e non vanno criminalizzati. Una città civile ha delle regole e delle norme che deve far rispettare>>.
In che modo, allora, la movida va regolarizzata? <<La movida va regolarizzata con servizi predisposti e mirati al contrasto della sosta selvaggia: un giovane che viene a divertirsi nella nostra città proveniente da un paese limitrofe deve imparare che a Pomigliano deve parcheggiare il proprio veicolo ‘come cristo comanda’ e non in seconda fila o bloccando un passo carrabile, impedendo a chi rientra da lavoro o ad una famiglia di rincasare nella propria abitazione con tranquillità. Particolari servizi vanno predisposti per prevenire ed impedire la vendita di alcool ai minori. Diversi gli episodi registrati a Pomigliano di giovanissimi terminati in coma etilico. Ecco! La nostra Polizia Locale va dotata anche di apparecchiature per effettuare servizi mirati al controllo di sostanze alcooliche proprio a ridosso delle zone interessate dalla movida per evitare che un giovane dopo aver abusato di alcool si ponga alla guida diventando un pericolo per se e per gli altri>>.
Passiamo al tema dei parcheggiatori abusivi a cui l’ispettore tiene particolarmente.
<<Intollerabile la presenza di parcheggiatori abusivi che spadroneggiano e minacciano gli utenti che per sostare pagano una vera e propria estorsione. Un paese che non debella il fenomeno dei parcheggiatori abusivi non è una paese decoroso. Non è paese capace di far rispettare le regole>>.
Siamo vicini alle elezioni amministrative, cosa si aspetta dal prossimo sindaco? <<Ovviamente una buona amministrazione: un sindaco aperto al dialogo, al confronto, ad essere presente nei tavoli opportuni, potrebbe sollecitare il prefetto a far inviare nel fine settimana nella nostra città pattuglie supplementari di polizia: i famosi equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine. Queste azioni, unificate sicuramente, innalzano il livello di sicurezza, perchè se si attua un buon piano di prevenzione e repressione sicuramente si innalza il senso di sicurezza>>.
L’ispettore chiude l’intervista con un augurio:<<L’episodio dell’aggressione di cui vi ho detto è vero e mi dispiace tantissimo per la persona che lo ha subito: un galantuomo a cui rivolgo gli auguri di una rapidissima guarigione! Tutta la mia vicinanza>>.

Potrebbe interessarti

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot