Menopausa e salute: stile di vita corretto e… un buon bicchiere di rosso!

by Rita Amore
0 comment
donna menopausa alimentazione

La menopausa è uno stato fisiologico nella vita di una donna che avviene tra i 45 e i 55 anni. È per definizione il termine della vita fertile per una donna. Con la prima mestruazione, intorno ai 10-11 anni, la donna è diventata fertile e ha la possibilità di diventare mamma, poi c’è un momento in cui il corpo dice “basta”; si ha un cambiamento del quadro ormonale, per cui fisiologicamente l’ovaio, che produceva fino a quel momento degli ovuli, ora non ne produce più. Si parla di menopausa dopo 12 mesi continuativi di assenza di ciclo mestruale. In questa fase cambia l’assetto ormonale di una donna: gli estrogeni, ovvero gli ormoni femminili, diminuiscono, e questo porta alla cessazione definitiva del ciclo mestruale, mentre aumentano quelli maschili, ovvero gli androgeni. Altro ormone che aumenta è il cortisolo, il famoso ormone dello stress, che è responsabile di tutta una serie di sintomi umorali della donna. A causa di questo cambiamento del quadro ormonale, in questo periodo si assiste ad un allargamento della circonferenza della vita, a volte aumento di peso, un cambiamento della forma. Possono esserci alcuni sintomi, come le caldane, le vampate, la secchezza vaginale, l’insonnia notturna, il cambiamento d’umore, difficoltà di memoria, displipidemia, ipertensione; sono conseguenze di questo nuovo quadro ormonale a cui ci dobbiamo adattare e che comunque dobbiamo saper gestire.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) afferma che in menopausa bisogna concentrarsi su stile di vita e alimentazione. Si verifica infatti il cambiamento del metabolismo pertanto l’alimentazione dovrebbe essere più povera di calorie, privilegiare frutta, verdura, cereali integrali. È importante trovare un punto di equilibrio con gli alimenti perchè è l’unica strada fisiologica che abbiamo a disposizione; nessun farmaco, integratore o supplemento può dare quello che danno gli alimenti. In mancanza di estrogeni, va data importanza all’assunzione di cibi contenenti fitoestrogeni, ovvero sostanze simili agli estrogeni come: le fave, fagioli, piselli, soia, lenticchie, ceci. Anche il resveratrolo è un fitoestrogeno, per cui consigliato è anche un bel bicchiere di vino rosso a tavola.

Uno dei sintomi più comuni e più fastidiosi in menopausa sono le vampate, sono caratterizzate da una sensazione di forte calore, sudorazione e aumento del battito cardiaco. Interessa il 75% delle donne in menopausa e avvengono a causa della carenza di esterogeni. È importante, per prevenire e limitare queste vampate, promuovere la perdita di peso: la dieta deve essere bilanciata, con un adeguato apporto vitaminico e minerale, e non drastica, pena la predisposizione a osteopenia e osteoporosi. L’attività fisica migliora le vampate, quindi una passeggiata o una corsa sono l’ideale per tenersi in forma e prevenire questo sintomo. Dal punto di vista alimentare, il mio consiglio è quello di eliminare tutte quelle sostanze che sono vasocostrittrici, quindi caffè, alcol, spezie piccanti, fumo, mentre può essere utile l’utilizzo di tisane vasodilatatorie, come camomilla, calendula o tiglio. È anche importante aumentare la fibra vegetale, quindi prediligere il consumo di cereali, legumi e verdure.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori News Italia Festival della Musica e della Cultura a Napoli