Juventus, hai vinto lo scudetto 33: smettila di offenderci dicendo 35

by Redazione
0 comment
home page juventus 35 scudetto

La Juventus, con una cavalcata praticamente inarrestabile, e con uno strapotere che va oltre ogni polemica sui favoritismi, ha vinto il suo 33simo scudetto. Trentatré, si legge. Trentatré. Perché tanti sono gli scudetti che la FIGC riconosce alla compagine bianconera. Non 35, come campeggia in queste ore sul sito della Juventus.

Il negazionismo storico non è più mera arroganza, ma con tutte le risultanze processuali diventa un’offesa ai valori sportivi che dovrebbero essere base fondante del calcio.

Come è finita Calciopoli?

La querelle penale

Calciopoli, con la scoperta del sistema Moggi, esplode nel 2006. Ad oggi, dopo percorsi di giustizia sportiva e altri, lunghissimi, di giustizia ordinaria, siamo arrivati a sentenze definitive. La verità processuale è l’unica verità dei fatti a cui dobbiamo fare riferimento, ed è assurdo che in Italia, dove spesso i processi sommari hanno già colpevoli alla mercé dell’opinione pubblica all’emissione di un avviso di garanzia una larga fetta di tifosi, perorati da un club, facciano finta che tutto ciò non sia accaduto e messo agli atti.

luciano moggi

Luciano Moggi in una foto d’archivio risalente al suo periodo al Calcio Napoli

La Corte di Cassazione, depositate le motivazioni della sentenza di terzo grado, si esprimeva così sul dirigente bianconero:

“Più che di potere si deve parlare di uno strapotere esteso anche agli ambienti giornalistici ed ai media televisivi che lo osannavano come una vera e propria autorità assoluta”. Moggi è stato “l’ideatore di un sistema illecito di condizionamento delle gare del campionato 2004-2005 (e non solo di esse) […] “in favore della società di appartenenza (la Juventus)”.

Nero su bianco, la Suprema Corte conferma gran parte delle ipotesi accusatorie formulate nove anni prima. L’associazione Moggi…

“era ampiamente strutturata e capillarmente diffusa nel territorio con la piena consapevolezza per i singoli partecipi, anche in posizione di vertice (come Moggi, il Pairetto o il Mazzini), di agire in vista del condizionamento degli arbitri attraverso la formazione delle griglie considerate quale primo segmento di una condotta fraudolenta”

Non confermando in primo grado il coinvolgimento diretto del club, la Juventus ha avanzato anche – nei confronti della FIGC, una richiesta di risarcimento record, di 444 milioni di euro. Richiesta rigettata, nel 2016, dal Tar del Lazio del 2016.

La giustizia sportiva

I tempi della giustizia sportiva furono – chiaramente – più brevi. Alla Juventus venne comminata “l’esclusione dal campionato di competenza e assegnazione a una categoria inferiore alla Serie B con 6 punti di penalizzazione, revoca dello scudetto 2004-2005 e non assegnazione dello Scudetto 2005-2006”.

In estrema sintesi, quindi:

  • il sistema Moggi esisteva;
  • il sistema Moggi avvantaggiava la Juventus;
  • la Juventus ha quindi vinto due scudetti con l’ausilio degli “imbrogli” dei suoi dirigenti, scudetti che quindi le sono stati revocati;

e questo oltre ogni opinione e ogni tifoseria.

logo juventus

Il logo della Juventus che da qualche mese ha sostituito il vecchio emblema

Lo scudetto della Juventus, sul sito, è 35

Quindi, come si fa a festeggiare lo scudetto 35 come se tutto il resto non sia mai accaduto? Ormai è un rito a cadenza annuale: lo scudetto è il 33 ma i bianconeri festeggiano i 35. Insomma, perché?

Il valore e il prestigio del club bianconero (tra l’altro un club totalmente diverso ai vertici rispetto a quello di 11 anni fa) ne è uscito quasi indenne, da quella tempesta. Merito – anche – di un’operazione di branding e marketing non indifferente, e dai risultati oggi evidenti.

Proprio per questo, risulta odioso continuare a fare gli struzzi con la testa sotto la sabbia. Far finta che Calciopoli non sia mai esistita è offensivo nei confronti di chi ha amato questo sport e lo ama oggi. Oltre ad essere offensivo nei confronti dei club che in quegli anni si giocavano le partite sul campo, degli scommettitori truffati dai risultati pilotati, finanche da quanti si sono schifati di questo sistema calcio.

“Legittimare l’imbroglio” sul sito ufficiale è vergognoso nei confronti di chi crede ancora nei valori sportivi. Tra questi, ci sono lealtà e onestà.

Stavolta lo “stile Juve” ha davvero toppato.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot