LINKEDIN ACQUISTATO DA MICROSOFT

by Redazione
0 comment
linkedin logo

Microsoft compra LinkedIn, il “social network dei professionisti” diventa di proprietà del colosso di Redmond per 26 miliardi di dollari. Un’operazione, secondo i più informati, che in realtà era sotto banco da tempo, ma l’annuncio ha comunque colto di sorpresa tutti. Si tratta della terza operazione, per volume di soldi, più costosa di sempre nel settore.

In una comunicazione congiunta Microsoft e LinkedIn ci hanno tenuto a sottolineare che il social network “manterrà il proprio brand distintivo, la propria cultura e la propria indipendenza“. In questo senso, anche la conferma dell’attuale ad Jeff Weiner al timone di LinkedIn, Weiner che riporterà direttamente al CEO di Microsoft Satya Nadella, che guida la società fondata da Bill Gates. L’operazione dovrebbe concludersi entro la fine di questo anno. Nonostante la crescita della piattaforma, va detto, è proseguita a ritmi importanti (LinkedIn ha raggiunto a fine 2015 i 400 milioni di utenti ed ora si attesta intorno ai 430 milioni, un aumento del 19 percento rispetto all’ultimo anno) , è vero anche che l’ultimo trimestre 2015 si era chiuso con 8,4 milioni in rosso (fonte: Il Sole 24 Ore). Il solo annuncio ha fatto schizzare il titolo

ACQUISTO DI LINKEDIN, LA STRATEGIA DI MICROSOFT

Contestualmente all’acquisto della piattaforma, Microsoft sembra aver definitivamente accantonato i suoi progetti legati a smartphone e dispositivi mobile, orientandosi fortemente sul software. La scelta di puntare su LinkedIn, come ben spiega questo articolo di Webnews.it, è quella di creare una forte connessione tra il social e il software Microsoft di produttività (un esempio su tutti, Office 365). Il cloud potrebbe essere condiviso dai professionisti che lavorano sugli stessi progetti, il feed delle notizie rivisto in funzione del lavoro svolto dagli utenti, così come i suggerimenti di articoli. L’interconnessione tra il mondo social (una sorta di “ingresso” nell’universo digitale per il professionista che utilizza prodotti Microsoft) e il suo lavoro sempre più in cloud: può essere definita così la filosofia dietro questa acquisizione. Certo è che l’operazione, presentata in diretta mondiale, è di quelle interessanti a cui tutti guardano con interesse. Facebook in primis.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot