Polisonnografia, l’esame che diagnostica eventuali disturbi legati al sonno

by Redazionale
0 comment

Cos’è la polisonnografia

La polisonnografia è un esame medico diagnostico utilizzato per valutare e monitorare i disturbi del sonno. Questa tecnica avanzata consente di registrare e analizzare diverse variabili fisiologiche durante il sonno, fornendo un’ampia panoramica delle attività corporee durante la fase di riposo. La polisonnografia viene eseguita in un laboratorio del sonno, un ambiente controllato in cui il paziente trascorre una notte sotto osservazione. Durante l’esame, vengono registrati e monitorati vari parametri, come l’attività cerebrale (elettroencefalogramma), l’attività muscolare (elettromiografia), la respirazione, l’ossigenazione del sangue (ossimetria), i movimenti oculari (elettrooculogramma) e altri segni vitali.

A cosa serve la polisonnografia

La polisonnografia è fondamentale per la diagnosi di disturbi del sonno come l’apnea ostruttiva del sonno, la narcolessia, il disturbo da movimento periodico degli arti e molti altri. I dati raccolti durante l’esame forniscono una valutazione dettagliata della qualità del sonno del paziente, rivelando eventuali anomalie o irregolarità. Questi risultati sono essenziali per identificare la causa dei disturbi del sonno e per pianificare un trattamento adeguato. La polisonnografia può anche aiutare a valutare l’efficacia dei trattamenti in corso o a monitorare la progressione di una malattia nel tempo.

Come effettuare una polisonnografia

Sottoporsi a una polisonnografia richiede una prenotazione presso un centro specializzato nel sonno. Durante l’esame, il paziente viene collegato a vari sensori non invasivi che registrano le diverse attività corporee. Nonostante l’ambiente estraneo del laboratorio del sonno, i risultati della polisonnografia riflettono comunque il sonno naturale del paziente, consentendo ai medici di ottenere una visione accurata del suo quadro clinico.

Ancor meglio e come già detto per l’elettrocardiogramma, è possibile eseguire la polisonnografia a domicilio; in questo caso uno specialista si recherà presso il domicilio del paziente ed applicherà il polisonnigrafo sul corpo e rimuovendolo il mattino successivo, in modo tale che il paziente si senta più sereno dormendo nel proprio letto, piuttosto che in una struttura ospedaliera, dando all’esame una precisone maggiore.

Se si sospetta di avere problemi di sonno, è consigliabile consultare uno specialista del sonno. Questo professionista valuterà la necessità di sottoporsi a una polisonnografia e fornirà una guida esperta per affrontare i disturbi del sonno e migliorare la qualità del riposo.

Potrebbe interessarti

ECG a domicilio Napoli Livenet News Online Palloncini