MADRE TERESA DI CALCUTTA ORA È SANTA TERESA

by Redazione
0 comment
Madre Teresa

La canonizzazione davanti a 120mila fedeli provenienti da 15 Paesi a piazza San Pietro: Madre Teresa di Calcutta, la suora degli ultimi, è ora Santa Teresa.

Anjezë Gonxhe Bojaxhiu, questo il suo nome di battesimo prima di prendere i voti e il nome di Madre Teresa, è stata proclamata santa a 19 anni dalla sua morte e dopo 17 anni dall’inizio del processo di canonizzazione. A seguire l’evento oltre 600 giornalisti e 125 emittenti televisive collegate.

CANONIZZAZIONE DI MADRE TERESA DI CALCUTTA, IL RITO

Il rito che ha iscritto una delle figure più importanti del cattolicesimo dello scorso secolo nell’albo dei santi è stato officiato da Papa Francesco che dopo la consueta formula in latino ha raccolto un fragoroso applauso. “Quanti si pongono al servizio dei fratelli – ha affermato Bergoglio – benché non lo sappiano, sono coloro che amano Dio”. Poi, quasi teneramente, Papa Francesco ha sorriso dicendo: “Forse avremo un po’ di difficoltà a chiamarla Santa Teresa: la sua santità ci è tanto vicina, tanto tenera che spontaneamente continueremo a chiamarla Madre Teresa”.

Dopo la cerimonia, le suore Missionarie della Carità hanno servito da mangiare a 1500 bisognosi. Per l’occasione, è stata offerta agli indigenti pizza napoletana.

LA MATITA NELLE MANI DI DIO

Madre Teresa nasce in Albania da famiglia benestante (fonte: Wikipedia). Rimasta orfana a otto anni, si avvicina alla Chiesa all’età di dieci. Già giovanissima si avvicina all’India, con un primo viaggio all’età di diciannove anni. Negli anni che la separano dal voto e dall’assunzione del nome, ispirato a santa Teresa di Lisieux, la suora ha preso sempre maggiore consapevolezza della difficoltà degli ultimi nel grande stato asiatico.

Madre Teresa si trasferirà definitivamente a Calcutta nel 1948, abbandonato l’Ordine delle Suore di Loreto e ottenendo l’autorizzazione vaticana a vivere da sola in periferia. In lei, racconterà, era già scattata la necessità di stare tra gli ultimi e offrire il suo aiuto. Nel 1950 fonderà la congregazione delle Missionarie della Carità. La missione della congregazione: prendersi cura dei “più poveri dei poveri”. Il suo esempio e il suo modo di interpretare la carità cristiana fece proseliti e in brevissimo tempo la congregazione si popolò di tantissime devote.

La fama di Madre Teresa pian piano diventerà mondiale. Le Missionarie della Carità vengono riconosciute come congregazione di diritto pontificio e si espandono anche fuori dai confini indiani.

Nel 1979 verrà insignita del Nobel per la Pace. Muore nel 1997 all’età di 87 anni. Celebre resta, per definire la sua opera, un aforisma attribuito alla santa:

“Non sono che una piccola matita nelle mani di Dio”.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Palloncini Ruota dell'Annunziata - Napoli Sale Slot