“STORIE DI GIOCATTOLI” A SAN DOMENICO MAGGIORE

by Comunicato Stampa
0 comment
una foto del museo del giocattolo a napoli

Dall’8 dicembre 2016 fino al 19 marzo 2017 il Convento di San Domenico Maggiore ospiterà la mostra “Storie di giocattoli – Dal Settecento a Barbie“.

Bambole, burattini, giocattoli di latta e di legno, giochi da tavolo: è una raccolta di oltre mille esemplari, collezionati da Vincenzo Capuano, conservati presso il Museo del Giocattolo dell’Università Suor Orsola Benincasa.

L’iniziativa è promossa dal Comune e si inserisce nel cartellone di eventi del Natale a Napoli 2016 dedicato alle pazzielle.

Un percorso gioioso nella magia fuori del tempo della civiltà dei giocattoli, senza perdere di vista il contributo alla tolleranza, al superamento di ogni discriminazione di genere e di razza, che la pratica del gioco testimonia nel corso dei secoli e, ancora di più, può incentivare oggi.

La mostra – oltre mille ‘piccoli capolavori’ del Museo del giocattolo di Napoli del Suor Orsola Benincasa, nato dalla passione collezionistica e dalla competenza di Vincenzo Capuano –, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, ripercorre per aree tematiche e cronologiche il cammino dell’immaginario ludico dall’età dei lumi alla cultura del benessere del secondo ’900: automi, dame, pulcinella, orsi, pupazzi, giocattoli di legno, teatrini, giochi da tavolo, giocattoli militari, spaziali, di latta, auto, giocattoli di fantasia, trenini…

“La mostra Storie di Giocattoli ci è sembrata una buona occasione per dare un seguito concreto a quanto annunciato la scorsa settimana in conferenza stampa alla presenza del direttore della Reggia di Caserta Felicori e degli assessori alla cultura dei due territori di Napoli e Caserta, Daniele e Borrelli. Abbiamo annunciato un impegno della Reggia Designer Outlet a sostenere gli eventi culturali delle due città e la volontà di dar vita a una gemellaggio tra i due territori – dichiara Stefano Vaccaro, Centre Manager La Reggia Designer Outlet -.   Sosteniamo questa mostra non solo con un contributo concreto ma anche con i nostri mezzi di comunicazione, inserendo la notizia nella Newsletter La Reggia Outlet con i suoi 300.000 iscritti e sulla pagina Facebook del Centro con circa 360.000 Fans. Numeri importanti che ci permetteranno di dare adeguata visibilità a una mostra prestigiosa come quella che viene presentata stamattina e che sarà ospitata in uno dei più bei monumenti della Napoli del Centro Storico: il Complesso di San Domenico Maggiore “. Sono le dichiarazion di Stefano Vaccaro, centre manager di la Reggia Designer Outlet.

Con i giochi “nun se pazzea”

Un percorso espositivo che, partendo dai giochi contraffatti sequestrati dalle Forze dell’Ordine, punti a sensibilizzare il pubblico ai valori della legalità e della sicurezza, a cominciare dalla salute dei più piccoli. È questa la sfida raccolta della mostra didattica “Con i Giocattoli nun s’pazzea”, promossa dall’Associazione “Museo del Vero e del Falso” in collaborazione con la Procura della Repubblica di Napoli.

In continuità con la mostra “Storie di giocattoli. Dal Settecento a Barbie”, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, di cui rappresenta una sezione, l’allestimento didattico sarà aperto al pubblico dall’8 dicembre 2016 fino al 19 marzo 2017.

In un suggestivo rapporto di luci e ombre irradiate da giochi solo in apparenza seducenti ma in realtà ingannevoli e dannosi, l’allestimento è arricchito da video educativi e giochi interattivi basati su sistemi di intelligenza artificiale sviluppati dal NAC – Laboratorio di Cognizione Naturale e Artificiale della Federico II di Napoli, grazie ai quali piccoli e grandi possono sfidarsi a riconoscere i giochi veri dai “pezzotti” e imparare le regole basilari per acquistare prodotti in tutta sicurezza.

Non solo spensieratezza e divertimento, il settore dei giochi è uno tra i più colpiti dal fenomeno della contraffazione.

Il 46,7 per cento della spesa per i regali natalizi verrà investita in giochi per bambini (fonte: Centro Studi Confcommercio) eppure gran parte di questi soldi andranno ad alimentare un “Natale contraffatto”. Ogni anno in Italia 201 milioni di euro vanno in fumo a causa delle vendite di giocattoli falsi, il che equivale a una perdita del 15,6% delle vendite di giocattoli nel paese. E l’industria del settore lamenta un calo del 14,4% in termini di occupazione (fonte: ultimo Rapporto dell’Ufficio europeo per l’armonizzazione del mercato).

Il mercato del falso si rivela un cancro sociale ed economico oltre che un subdolo strumento di esposizione a pericoli e malattie per i più piccoli. “Da qui l’idea di una mostra didattica – spiega Luigi Giamundo, presidente dell’Associazione “Museo del Vero e del Falso”che anche grazie all’aiuto di giochi stimoli il pubblico a interrogarsi su aspetti apparentemente minori e invece essenziali per tutelare non solo il tessuto economico e imprenditoriale in cui viviamo ma soprattutto la salute dei nostri figli”.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Palloncini Ruota dell'Annunziata - Napoli Sale Slot