PICTORES, PRESENTAZIONE AL MANN

by Comunicato Stampa
0 comment

Lunedì 12 dicembre alle ore 17.00, presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Sala Conferenze, si terrà la presentazione del libro “Pictores – Mani d’artista. Dagli affreschi pompeiani alla pittura contemporanea con un’intervista a William Kentridge” (Valtrend Editore).

L’evento, moderato dal Prof. Domenico Bonaduce, Direttore del dipartimento di scienze mediche traslazionali, prevede i saluti di Paolo Giulierini, Direttore del museo Archeologico di Napoli, e l’intervento di Antonella Coralini, Presidente AIPMA Association Internetionale pour la peinture murale antique.

L’incontro terminerà con la visita alla Sala degli Affreschi pompeiani a cura dell’autore.

L’opera presentata è uno studio sulle iconografie della pittura di Pompei, Ercolano, Oplonti, Boscoreale e dell’antica Roma, che volge l’attenzione soprattutto ai contesti sociali. Il caso delle città seppellite dall’eruzione vesuviana appare il più completo terreno di studi per l’eccezionale contestualizzazione degli apparati decorativi che, perfettamente conservati in situ, permettono di ricomporne i rapporti spazio-funzionali. Si resta tuttora nel campo delle impressioni soggettive per l’identificazione delle botteghe e per il riconoscimento delle mani di singoli “maestri” o “artisti” in virtù di piccoli dettagli significativi. Tutto ciò appare ancora più comprensibile se calato all’interno del nostro contesto temporale e sociale grazie all’intervista ad un grande artista vivente, William Kentridge, che con le sue opere ha contribuito a rendere la stazione Toledo della Metropolitana di Napoli una delle più belle d’Europa e che ha realizzato un’opera monumentale decorando 550 metri di lungotevere con figure alte fino a 10 metri. Il volume è arricchito dalle immagini provenienti dall’Archivio dell’Arte di Luciano Pedicini.

L’Autore: Mario Grimaldi

Archeologo – Segreteria tecnica di progettazione del Grande Progetto Pompei della Soprintendenza Speciale di Pompei.
Archeologo con specializzazione per il periodo classico (età greca e romana), Dottore di Ricerca in “Histoire et archéologie des mondes anciens” presso l’Université Paris X e in “Metodi e Metodologie della ricerca archeologica e Storica artistica” presso l’Università di Salerno con una ricerca dal titolo “«Des signes de royauté ? » Un examen critique des ensembles funéraires comportant des « marques de pouvoir » dans le monde indigène d’Italie méridionale (VIe s. – IIIes. av. J.-C.)”.
Docente dal 2009 per diversi insegnamenti presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (Metodologia e Tecnica della Ricerca Archeologica, Analisi e Tecniche della Ricerca Archeologica, Archeologia della Magna Grecia, Geoarcheologia, Culture figurative dell’Italia Antica).

Negli ultimi anni ha pubblicato:
– M. Grimaldi (a cura di), La Casa di Marco Fabio Rufo a Pompei: studi e ricerche”, Napoli 2014.
– M. Grimaldi, Il Foro di Pompei nella Pompeianarum Antiquitatum Historia di Giuseppe Fiorelli, Napoli 2015.
– “Le suppellettili degli armadi della Casa di Giulio Polibio a Pompei” in Soprintendenza Archeologica Speciale di Napoli e Pompei (2016).

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Palloncini Ruota dell'Annunziata - Napoli Sale Slot