OSPEDALE DI NOLA, PAZIENTI A TERRA: LA FOTO FA SCATTARE IL CASO

by Redazione
0 comment
ospedale nola pazienti a terra foto facebook

Ecco come vengono curati e dove vengono messi i pazienti all’ospedale di Nola“. Una foto che viene postata da un utente indignato su Facebook. Poi viene commentata, condivisa. Arriva all’attenzione dei media, che rilanciano la notizia. Vincenzo De Luca, governatore campano, dispone un’indagine e le opposizioni in Consiglio Regionale insorgono. E ancora più su, fino al Ministero della Sanità, con il ministro Beatrice Lorenzin che invia al Santa Maria della Pietà i Nas.

Così, le condizioni dell’Ospedale di Nola sono diventate un caso nazionale.

Santa Maria della Pietà (Nola), i pazienti a terra

La foto che ha fatto il giro del web ritrae due pazienti soccorsi a terra dal personale del Santa Maria della Pietà. Medici e paramedici lavorano nel corridoio, mancano le barelle e i posti letto sono insufficienti a servire la platea che si serve dell’ospedale.

Amaro il direttore Andreo De Stefano che a mezzo stampa ha dichiarato: “Meglio curarli a terra che mandarli a casa“. Inappuntabile. Ma l’immagine che ne esce dell’ospedale che dirige è veramente pietosa.

Le reazioni politiche

Valeria Ciarambino, capogruppo del M5S al Consiglio Regionale della Campania, scrive su Facebook: “De Luca continua a prendersi gioco dei campani e lo fa sulla loro pelle, senza nessuno scrupolo. Un copione già visto al Cardarelli dove andò a farsi la sua solita passerella a favore di telecamera, annunciando che avrebbe eliminato tutte le barelle e dando tutta la responsabilità ai dirigenti e ai medici fannulloni. È passato un anno e le barelle sono persino aumentate. C’è bisogno di un servizio al telegiornale perché un presidente di Regione abbia contezza delle condizioni in cui versano gli ospedali della sua regione?”.

Critiche anche dal centrodestra con Paolo Russo (FI) che afferma: “Dopo la vergogna dell’ospedale di Boscotrecase ora tocca a Nola. Già pronta un’interrogazione parlamentare per denunciare la scandalosa situazione degli ammalati adagiati a terra perché mancano letti e barelle”.

monsignor beniamino depalma vescovo nola

Beniamino Depalma (foto: Wikipedia)

La visita di monsignor Beniamino Depalma

Il vescovo Beniamino Depalma, dopo le notizie emerse sulla stampa, ha visitato oggi pomeriggio il reparto di Pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria la Pietà di Nola. “Sono vescovo qui da 17 anni – ha detto Depalma– e da 17 anni la politica fa le stesse promesse: reparti nuovi, personale, barelle. Poco o pochissimo è stato realizzato. Non intendo partecipare al triste gioco della criminalizzazione dei medici di questa struttura. La politica non agisca, a danno avvenuto, con soluzioni buone solo a strappare un titolo di giornale. Lavorino insieme per risolvere in modo strutturale problemi che vengono rinviati sulla pelle dei cittadini e dei malati”.

La denuncia di Federconsumatori

Rosario Stornaiuolo

Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori Campania

“In una Regione dove la sanità è commissariata, dove la spesa statale per ogni cittadino campano è pari ad € 148,00 mentre in Lombardia è pari ad € 215,00, dove una scellerata spending review ha portato la chiusura di nosocomi e pronto soccorsi, la responsabilità del dissesto nella sanità non può essere attribuita ai medici che sono costretti ad operare in condizioni disastrose, pur di tutelare la salute dei pazienti”. Così in una nota la Federconsumatori Campania, che afferma che da anni denuncia l’iniquità e l’irragionevolezza di provvedimenti regionali e nazionali in materia di sanità, “Manifestiamo la nostra solidarietà ai medici e agli operatori sanitari dell’ospedale Santa Maria la Pietà di Nola” – dichiara il presidente Rosario Stornaiuolo della D ederconsumatori di Napoli che invita il Governatore De Luca a chiedere l’intervento del Ministero della Sanità al fine di risolvere i problemi strutturali della regione che ricadono quotidianamente sulla pelle dei cittadini e dei malati.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot