LUIGI SCOGNAMIGLIO ARRESTATO, FAVORIVA LATITANZA DI ANTONIO LO RUSSO (Video)

by Redazione
0 comment
Luigi Scognamiglio arresto dia lo russo

Luigi Scognamiglio, gioielliere e imprenditore, è stato arrestato dagli uomini della Dia. L’uomo è accusato di aver favorito la latitanza di Antonio Lo Russo, ritenuto dagli inquirenti al vertice del clan di camorra dei capitoni.

Scognamiglio è il titolare del marchio di orologi Calabritto 28, con boutique sparse nei quartieri della Napoli bene, tra Chiaia e Vomero. Ecco il video dell’arresto:

Luigi Scognamiglio e Antonio Lo Russo, le indagini

L’ordinanza di custodia cautelare è stata richiesta dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. Le indagini sulla latitanza di Antonio Lo Russo non si sono mai fermate: gli investigatori hanno lavorato e continuano a lavorare per cercare di ricostruire gli spostamenti e gli eventuali complici dell’uomo nei quattro anni che separano la mancata cattura del maggio 2010 all’arresto in Francia, a Nizza, nell’aprile del 2014.

A indicare Luigi Scognamiglio, o meglio “Gigino Elite” come veniva chiamato, è stato in primis lo stesso Lo Russo all’indomani della scelta di diventare collaboratore di giustizia. Lo Russo affermava che Scognamiglio avrebbe messo a sua disposizione un appartamento a pochi passi dal cinema Metropolitan (in zona Chiaia, a ridosso di Piazza dei Martiri) a pochi passi da uno dei suoi negozi. Circostanza confermata anche dalla moglie di Antonio Lo Russo, Anna Gargano, attualmente ai domiciliari. La donna avrebbe confermato che più volte ha incontrato il marito nell’abitazione messa a disposizione da Scognamiglio e avrebbe definito l’uomo come “uno degli amici puliti di Tonino“.

Sono solo due dei riscontri degli investigatori, ma anche altri personaggi ritenuti vicini al clan Amato – Pagano avrebbero confermato che l’imprenditore abbia favorito la latitanza del boss. Inoltre, la Dia in una nota sostiene che Scognamiglio non solo avrebbe fornito la residenza di via Chiaia ma anche supporto logistico, occupandosi delle esigenze di vitto e altre esigenze personali del latitante – tra cui l’accompagnamento della moglie e di altri affiliati da e per il covo e ospitandolo per un periodo anche presso la propria abitazione.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot