A30, ASSALTO AL PORTAVALORI: BANDITI IN FUGA

by Redazione
0 comment
cosmopol

Paura sull’A30 in direzione Salerno, per un assalto al portavalori della ditta di vigilanza Cosmopol. Uomini armati avrebbero esploso dei colpi dopo aver affiancato (con un Fiat Doblò) il veicolo nel tratto autostradale tra Montuoro e Fisciano (nel Salernitano) e obbligando questo a fermarsi. Secondo una prima stima, sommaria, i malviventi avrebbero rubato circa 100mila euro. Sulle loro tracce gli uomini delle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenute Polstrada e carabinieri. Il traffico – completamente paralizzato dalle 6:30 circa (orario in cui si sarebbe consumata la rapina) – solo ora sta tornando alla normalità.

(immagine tratta dal sito Cosmopol.it)

Assalto al portavalori, sulle tracce dei rapinatori

Il portavalori della Cosmopol stava trasportando a banche e istituti di credito alcuni plichi di denaro (fonte: IrpiniaNotizie). I rapinatori avrebbero raggiunto e bloccato il furgone utilizzando un Fiat Doblò di colore bianco. Sono stati quasi certamente esplosi colpi d’arma da fuoco. I malviventi – tre, secondo i primi racconti delle persone sul posto – avrebbero trafugato 100mila euro e sarebbero scappati a bordo della vettura. Vettura ritrovata abbandonata in aperta campagna qualche ora dopo dagli investigatori, che ora sono sulle tracce della banda.

Non si registrerebbero feriti.

Le ripercussioni sulla viabilità

Per i dovuti rilievi, il tratto dell’A30 dove si è perpetrata la rapina è stato chiuso al traffico in direzione Salerno per diverse ore. Solo adesso si sta tornando alla normalità. Per i veicoli in direzione Salerno è stata imposta la deviazione con uscita a Montuoro Sud.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

Sale Slot News Italia Consulenza software gestionale Napoli,software gestionali Napoli, software gestionali per ristoranti, sistemi cassa, casse automatiche