MARTA MARZOTTO MORTA A 85 ANNI

by Stefania Zona
0 comment
Marta Marzotto foto Twitter

Marta Marzotto morta nella notte alla clinica La Madonnina di Milano. Combatteva con la malattia da un po’, in maniera riservata e circondata dall’affetto dei suoi cari. Ottantacinque anni vissuti intensamente, dall’infanzia in Lomellina come mondina agli inizi nel mondo della moda, dalle nozze col conte Umberto Marzotto alla relazione col pittore Guttuso, dall’amore per la moda alle serate mondane: nel salotto di Marta Marzotto (afferma il Corriere della Sera) sono passati tutti i nomi di peso del mondo della moda, dell’arte e della cultura.

L’annuncio lo dà la nipote Beatrice Borromeo su Twitter. Il cinguettio, con una foto in bianco e nero, recita: “Addio nonita mia”.

MARTA MARZOTTO, DALLE RISAIE AGLI AMORI E I SALOTTI DELLA MILANO BENE

Marta Marzotto, nata Vacondio nel 1931, è figlia di un casellante e di una mondina. Umili origini e lavoro tra i campi prima, come sarta poi. La svolta con il trasferimento a Milano e l’ingresso nel mondo della moda.

Matteo_Marzotto_1

Matteo Marzotto, presidente Fiera di Vicenza

Ed è a Milano, tra passerelle e salotti, che conoscerà il conte Umberto Marzotto. Un amore che gli regalerà cinque figli: Paola, madre della conduttrice e giornalista Beatrice Borromeo; Annalisa, che morirà per malattia nel 1989; Vittorio Emanuele; Maria Diamante e in ultimo Matteo Marzotto, imprenditore e ambasciatore italiano dell’ultimo Expo.

Marta Marzotto continuerà a utilizzare il cognome del marito anche dopo la fine del loro matrimonio. Dalla fine degli anni ’60 la sua vita è strettamente legata a quella del pittore Renato Guttuso, di cui sarà amore, musa e ispirazione. Almeno fino a quando non incontrerà Lucio Magri, altro grande amore della sua vita.

… e il pittore finirà per chiamarla “la mia dolce libellula d’oro”
(Venerdì di Repubblica)

Una vita vissuta intensamente, quella della contessa Marta Marzotto. Anzi sette, come recita il titolo della sua ultima autobiografia Smeraldi a Colazione. Datato 2016, è il resoconto di una vita che si intreccia con gli ultimi 50 anni del Paese, che intreccia arte e Prima Repubblica, serate mondane e ricordi lussuosi. Con una costante: il suo sorriso.

MARTA MARZOTTO E L’IMPEGNO CONTRO LA CAMORRA

Marta Marzotto è stata una delle prime testimonial anticamorra del Casertano. Il suo impegno contro le ecomafie gli valse la cittadinanza onoraria di 15 comuni della zona. Da Casapesenna a Casal di Principe, passando per Castelvolturno, Casaluce e Villa Literno: 15 amministrazioni di destra e di sinistra che decisero di utilizzare il volto e la sensibilità di Marta Marzotto per rispondere alla camorra.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

Valerio Granato: Sistemista Linux a Napoli, Programmatore PHP. Founder: 3d0 Srl, LiveNet Srl, AlDiQua, LiveCode. Operazione nostalgia Capodanno Cinese a Napoli 2020