Come analizzare i tuoi competitor in 10 passi

by Giulia Garzia
0 comment

Una strategia social non sarà mai completa senza avere a monte un’analisi approfondita dei competitor per capire come è posizionato il tuo marchio rispetto ai tuoi principali concorrenti.

Analizzare la concorrenza può anche aiutarti a stabilire parametri di riferimento del settore ed evidenziare aspetti a basso e alto rendimento della content strategy.

Un’analisi approfondita della concorrenza rivelerà anche informazioni sui prodotti della concorrenza, i metodi di produzione, le attività di progettazione e sviluppo e, naturalmente, il loro approccio generale a ciascun social network.

Hai già individuato i tuoi 5 concorrenti più importanti? Prima di entrare nel merito dell’analisi dei singoli competitor, è necessario individuarli, i primi 5 in cima alla lista tra i tuoi nemici mortali! O anche, tra i tuoi migliori alleati! (Eh sì!)

  • Il primo passo per sviluppare una analisi dei tuoi concorrenti è cercare aziende che vendono prodotti o servizi simili ai tuoi. Cercare le aziende che si comportano come te o meglio di te analizzare il tipo di pubblico con cui si trovano ad avere a che fare, che sia internazionale, nazionale o locale.
  • Prima di iniziare l’analisi è necessario definire gli obiettivi da raggiungere in modo da indirizzare l’analisi in quella direzione. La tua analisi deve generare i giusti elementi per raggiungere gli obiettivi prefissati. Scavare nei dati senza uno scopo ben definito crea solo grande confusione ed è di fatto una perdita di tempo.

Chiedi a te stesso cosa hai bisogno di sapere per:

Ottimizzare i messaggi trasmessi dai post
Focalizzare i tuoi sforzi sulla giusta piattaforma social
Ottimizzare le campagne a pagamento
Perfezionare la reach organica

Porti queste obiettivi ti aiuterà a misurare e valutare i tuoi risultati più agevolmente e senza sprecare tempo.

  • Scegli la piattaforma social che vuoi monitorare, una volta individuati i tuoi concorrenti, cerca di capire su quale social sono più attivi, cercando i loro profili su Facebook, Instagram, Twitter, anche su YouTube e Tiktok. Non potrai mai sapere dove si trova il tuo pubblico senza un po’ di ricerca old school, un po’ come utilizzare i social per stalkerare crush!
  • Individua qual’è la strategia utilizzata che porti risultati di crescita nel tempo, ovvero, una volta che hai individuato su quale social cercare, devi andare ancora più in profondità per capire come i tuoi concorrenti coinvolgono e fanno crescere la loro rete. Per fare questo devi seguire delle metriche precise.

Metriche di profilo

Quanti follower ha?
Quanto pubblica a settimana?
Dove sono più attivi?
Quanti like, commenti, reazioni, retweet riceve ogni post?

Metriche di contenuto

Che tipologia di contenuto condividono?
Quanti post sponsorizzano?
Usano dirette live?
Qual’è la ratio dietro la scelta di postare un’immagine o un video?
Usano altri social network come tiktok?

Metriche del Brand

Che tono di voce usano ?
Che genere di problemi affrontano sul loro profilo?
Quanto positivamente i loro followers interagiscono con questi post?
Che metodo di branding applicano?

  • Controlla la loro strategia dei contenuti, anche la scelta dei contenuti va infatti inserita in una strategia più ampia, le persone non sono interessate a contenuti generalizzati, che non servono a uno scopo o non rispondono a una domanda posta, proprio come te.
    I tuoi competitor si sforzano costantemente per creare contenuti che coinvolgano. È per questo motivo che hai bisogno di sapere se stanno facendo meglio di te e se nella loro content strategy ci sia qualcosa a cui loro hanno pensato e tu no.

    Stanno fornendo al loro pubblico contenuti originali e promozionali oppure divulgativi? Che tipo di contenuto postano? È testuale, foto, link o video?

INOLTRE cerca di capire quanto spesso pubblicano sui social, se quotidianamente o settimanalmente. Questo ti darà una grande mano soprattutto quando andrai a redarre il tuo calendario editoriale.

  • Controlla le loro metriche di coinvolgimento, infatti, è solo attraverso il tasso di coinvolgimento che potrai identificare delle opportunità di crescita, per calcolare il tasso di coinvolgimento dei tuoi concorrenti avrai bisogno di analizzare questi aspetti:

Numero di post pubblicati
Numero di risposte
Numero di like
Tempo di risposta
Come rispondono ai clienti

  • Comprendi come le persone si relazionano ai contenuti dei tuoi competitor, in base a quanto tu voglia approfondire questa analisi, puoi prendere in considerazione ad esempio 10 post random oppure tracciare un mese di attività. Prendi nota di quanti like, commenti, condivisioni o retweet ogni post riceve e fai una media.
  • Osserva quando le persone sono particolarmente attive sui social, il timing è importantissimo, non tutte le persone si trovano insieme allo stesso orario sui social network e identificare quando gli utenti sono più attivi ti rivela quando connetterti con loro.
  • Uno degli ultimi elementi da analizzare quando si realizza un’analisi dei competitor è quello delle inserzioni sponsorizzate, quindi contenuti a pagamento. Chiaramente è impossibile sapere quanto un concorrente effettivamente spenda per le sue sponsorizzate, ma ci sono alcuni metodi per capire se effettivamente sta spendendo dei soldi per acquisire nuovi follower. Una delle tecniche è cercare le pagine sul browser e vedere quanti pubblicità ci sono su ogni singola piattaforma. Se ad esempio appaiono nella colonna suggeriti da seguire su twitter sicuramente avranno pagato per essere lì.
  • Usa i giusti strumenti per la tua analisi dei competitor, strumenti che servano ad automatizzare certi processi e a non farti perdere tempo. Anche in questo caso l’obiettivo è comprendere cosa hai bisogno di automatizzare e cosa no. Trova lo strumento giusto che ti offra tutte le metriche di cui hai bisogno e soprattutto che possa analizzare le piattaforme dove sei presente con il tuo brand.

Fonte

Potrebbe interessarti

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori News Italia Festival della Musica e della Cultura a Napoli