Napoli, le nove tappe di un sogno

by Redazionale
0 comment
stadio san paolo curva a calcio ssc napoli

Da sabato 31 marzo a Domenica 20 maggio il Napoli affronta le ultime nove partite della sua stagione. Fuori dalle coppe, c’è ancora un sogno tricolore che sembrava diradarsi dopo essere andati a -4 dalla capolista Juventus. Poi la Spal fa il miracolo di fermare i bianconeri sullo zero a zero e la distanza si dimezza grazie alla vittoria azzurra non semplice contro il Genoa.

Sia chiaro, gli uomini di Massimiliano Allegri rimangono i favoriti e lo confermano anche le quote date dai principali siti specializzati in scommesse online sempre pronti a darei tipici Bonus Benvenuto Sport, ma ora i partenopei sono padroni del loro destino con soltanto due punti di distacco. Scopriamo dunque questa corsa di nove tappe in dettaglio.

Il sabato di Pasqua, il Napoli sale a Sassuolo alle ore 18 per affrontare una squadra impelagata nella lotta salvezza e che ha dato spesso problemi agli azzurri. Sulla carta il divario tecnico è incolmabile ma bisognerà affrontare con l’approccio giusto il match per ritrovarsi provvisoriamente sopra la Juve in attesa che la sera giochi contro il Milan.

Il weekend successivo sarà il Napoli ad attendere al San Paolo il Chievo. I gialloblu stanno conoscendo un vero e proprio crollo nei risultati ed anche loro sono finiti a lottare per non scendere in B. E poi c’è l’ex con il dente avvelenato, Emanuele Giaccherini, in particolare con Sarri per averlo impiegato pochissimo nella sua parentesi partenopea.

Il fine settimana di metà aprile, per il Napoli c’è una delle sfide più impegnative: il Milan di Rino Gattuso nella tana del diavolo, San Siro. Mentre stiamo scrivendo questo articolo i rossoneri in campionato sono ancora imbattuti nel corso di tutto il 2018 ed hanno decisamente cambiato marcia rispetto all’inizio della stagione. Potrebbe rivelarsi veramente fondamentale questo match per il sogno tricolore del Napoli.

Turno infrasettimanale mercoledì 18 aprile al San Paolo contro l’Udinese che si trova in una posizione di classifica senza particolari patemi d’animo. Lontani dalla zona retrocessione così come quella che vale l’Europa, i friuliani potrebbero avere dunque il vantaggio di giocare con la mente libera e serena.

E poi arriva lo scontro diretto con la Juventus all’Allianz Stadium. Sembrava dovesse essere la partita che avrebbe deciso tutto il campionato ma poi ci siamo accorti che sia il Napoli che la Juve non sono proprio imbattibili e quindi se pure i tre punti valgono doppio nel testa a testa, non è detto si decida l’esito finale del campionato in quei novanta minuti anche se ovviamente una vittoria dell’una o dell’altra potrebbe incidere profondamente nella tenuta psicologica delle due squadre.

Non sarà una trasferta facile neppure quella di fine Aprile contro la Fiorentina. I viola sembra abbiano superato lo shock della drammatica scomparsa del loro capitano Davide Astori e le vittorie in successione che sono arrivate dopo la sua morte giungano sembrano ispirate dalla grande compattezza nata nel momento difficilissimo vissuto.

Maggio si aprirà con la visita del Torino guidato dall’ex Walter Mazzarri.  Partita sulla carta agevole ma guai a sottovalutare alcune individualità granata. Penultima di campionato in casa della Sampdoria a Marassi contro quel Giampaolo che gioca probabilmente il calcio più simile a quello di Sarri.

Ed il 20 maggio si chiude in casa contro il Crotone. Chissà se sarà il tempo di festeggiare una grande impresa o male che vada, un’altra stagione in cui il Napoli comunque è stato protagonista assoluto della Serie A sia nei risultati che nella bellezza del gioco espresso.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Livecode - Marketing Online Sito in wordpress con hosting! AudioLive FM - digital radio di musica e cultura