A SORRENTO I BAMBINI AL MARE PER… IMPARARE A DIFENDERE IL MARE

by Redazione
0 comment
Sorrento Marina Grande

A Sorrento, per circa 50 ragazzi dell’istituto comprensivo Vittorio Veneto si terrà una lezione… speciale. I giovani, guidati dalla dirigente scolastica dell’istituto Daniela Denaro e dalla vicaria Maria Candida Mastro andranno a Marina Grande (photo courtesy by Frédéric de Goldschmidt www.frederic.net) per parlare, proprio in riva al mare, delle disastrose ricadute che hanno i rifiuti gettati in mare per l’intero ecosistema marino. L’appuntamento è a Marina Grande per il prossimo venerdì, alle ore 9:30.

I BAMBINI PER “RIPULIRE” L’ARENILE DI MARINA GRANDE A SORRENTO

Non solo didattica, però. I ragazzi ci metteranno “le mani” e la faccia e ripuliranno l’Arenile di Marina Grande. Come? Facendo la raccolta dei rifiuti sul tratto di sabbia a ridosso dei colorati palazzi e tra le piccole imbarcazioni. L’appuntamento, del resto, si inquadra tra quelli delle “Iniziative oceaniche” che già qualche settimana fa hanno fatto parlare per la massiccia partecipazione di volontari, che si sono adoperati per la pulizia, il decoro e la valorizzazione della Regina Giovanna, sito storico dell’area.

La mattinata è stata organizzata e fortemente voluta dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento e dal Parco Marino di Punta Campanella. Ha inoltre collaborato all’organizzazione dell’evento la società Penisolaverde, con la partecipazione della cooperativa Sant’Anna e del movimento La Grande Onda.

Queste le parole di Luigi Di Prisco, consigliere comunale:

“Anche con questo evento vogliamo sensibilizzare ulteriormente le giovani generazioni sulla risorsa mare, affinchè cresca una consapevolezza di quanto sia importante preservare l’ecosistema marino. Un grazie sentito a tutti gli enti e le associazioni che hanno sostenuto questa iniziativa”.

MARINA GRANDE, LA SORRENTO QUASI “INCONTAMINATA”

Marina Grande è uno dei luoghi più suggestivi dell’area di Sorrento, un borgo di pescatori rimasto fedele a sé stesso negli anni. Isolato rispetto al centro urbano – e forse proprio per questo preservato – questo piccolo tratto di costa è ancora fortemente caratterizzato da barche e reti, e nonostante l’afflusso di turisti il tempo sembra essersi quasi fermato.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

strategie di vendita, vendita, consulente per imprentori Palloncini Sale Slot