TORRE ANNUNZIATA: FERMATI CON L’ARMA PRONTA A SPARARE

by Redazione
0 comment
torre annunziata sequestro pistola

Il colpo era già in canna, l’arma era pronta a essere usata. Poteva essere subito, o in giornata, o chissà. Fatto sta che, all’alt degli uomini della Guardia di Finanza, la Smart dove viaggiavano due uomini – di cui uno figlio di un noto boss della criminalità organizzata, appartenente a un clan egemone nell’area di Ponticelli – si è data alla fuga invertendo il senso di marcia.

Non è servito a evitare di essere intercettati dalle Fiamme Gialle che hanno proceduto ai controlli di rito, scoprendo così che sotto il sedile del passeggero era nascosta una Beretta FS calibro 9×21 pronta a sparare. I fatti si sono registrati nelle vicinanze del casello Torre Annunziata Sud.

Nel corso dei controlli, nella stessa vettura sono stati trovati stupefacenti (circa un grammo e mezzo di marijuana), 450 euro circa in contanti e tre telefoni cellulari.

I due uomini, un 22enne e un 25enne, sono stati condotti al carcere di Poggioreale, mentre continuano le indagini per capire a cosa servisse l’arma. Ed intercettare eventuali complici dei due.

Il conducente della vettura fermata, dicevamo, è il figlio di un boss della criminalità organizzata, fedelissimo del clan Sarno, attualmente all’ergastolo e in regime di 41 bis.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

Valerio Granato: Sistemista Linux a Napoli, Programmatore PHP. Founder: 3d0 Srl, LiveNet Srl, AlDiQua, LiveCode. Operazione nostalgia Capodanno Cinese a Napoli 2020