SIGARETTE DI CONTRABBANDO, 12 TONNELLATE SEQUESTRATE

by Danilo De Luca
0 comment

Dodici tonnellate di sigarette di contrabbando sequestrate dai Finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Napoli. Erano destinate – secondo le Fiamme Gialle – ad alimentare il mercato nero napoletano (le cosiddette “bancarelle”). Le marche tra quelle più economiche attualmente in circolazione: Regina, D&B, Absolut. Un ammontare di 2,5 milioni di euro e oltre di valore. Arrestate 4 persone.

Il contrabbando “delocalizzato”

Per cercare di aggirare i controlli delle forze dell’ordine, il gruppo criminale ha “delocalizzato” l’attività. Le sigarette di contrabbando erano abbastanza lontane dal Vesuvio: venivano difatti conservate in un magazzino situato nella zona industriale di Sala Bolognese, in provincia di Bologna.

In questo modo il gruppo credeva di poter aggirare i controlli, sempre più serrati, nel Napoletano. L’idea del sodalizio criminale – secondo i finanzieri – era quella di far confluire le ingenti quantità di bionde lontano da Napoli per poi trasportarle, in quantità inferiori e quindi più facilmente occultabili, al Sud.

Una nuova rotta che i Finanzieri hanno subito interrotto. Le indagini sono partite a Napoli tramite una capillare attività informativa che ha messo i militari sulla pista emiliana. Una volta individuato il magazzino – deposito, l’irruzione ha confermato quanto sospettato. Quattro persone – tutte napoletane – sono state tratte in arresto in fragranza di reato: erano intenti a preparare il carico.

Il video del sequestro delle sigarette di contrabbando

Ecco le spettacolari immagini della Guardia di Finanza, compresa l’individuazione del camion contenente le bionde illegali dall’elicottero.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Palloncini Ruota dell'Annunziata - Napoli Sale Slot