03/29/2017
HomeCulturaANTONELLA RICCI: UNA QUOTA ROSA A MASTERCHEF AL POSTO DI CRACCO?

ANTONELLA RICCI: UNA QUOTA ROSA A MASTERCHEF AL POSTO DI CRACCO?

L’addio di Carlo CraccoMasterchef – la trasmissione che gli ha regalato una notorietà che va ben oltre i confini del food & wine – potrebbe aprire scenari inesplorati per la nota trasmissione in onda su Sky. Alcuni rumors di stampa provenienti dalla Puglia vorrebbero che sia stato proprio Cracco a “suggerire” il suo successore.

Si tratta di Antonella Ricci, chef stellata da anni e direttrice della Med Cooking School, unica succursale riconosciuta della scuola ALMA, aggiungerebbe un tocco rosa in una trasmissione i cui giudici sono sempre stati ometti e – a onor di cronaca – abbastanza cattivi. Chi la conosce personalmente, in effetti, troverebbe un po’ strano vederla stroncare i concorrenti ma è lei stessa ad affermare ai nostri microfoni: “Non sottovalutatemi!“.

Sarebbe il coronamento di un momento d’oro per la Ricci, che in occasione della Festa della Donna è stata insignita del Premio Euridice 2017 istituito dal Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce (in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti) dedicato alla condizione femminile in occasione della Festa dell’8 Marzo attribuito a: “donne che hanno saputo sconfiggere paure, reticenze, atavaci pregiudizi. Nove donne ionico-salentine che hanno trovato la strada dell’affermazione personale e condiviso nella società i loro saperi, le loro esperienze. Nove donne che, ognuna nel proprio campo d’azione, hanno lasciato un segno e che quotidianamente rammentano con il loro agire a quante sono ancora vittime di una società sessista, violenta e ancora fortemente discriminatoria, che sì, c’è ancora molta strada da fare per raggiungere parità e piena emancipazione, ma si può volare alto“.

Ma quanto c’è di reale e di possibile nel vedere a masterchef al posto di Cracco la pugliese Antonella Ricci tra Cannavacciuolo, Bastianich e Barbieri? Lo abbiamo chiesto alla diretta interessata. “Sono solo dei pettegolezzi al momento” ribadisce lo chef cegliese, a cui non dispiacerebbe affatto vestire i panni di giudice del programma di Sky. Il gossip è nato dal programma Decanter di Radio2 quando l’altra sera i conduttori Fede e Tinto hanno fatto il nome di Antonella dopo che Carlo Cracco ha affermato che gli piacerebbe vedere una donna al suo posto. Antonella infatti li conosce bene, ha partecipato più volte al loro programma radio ed ha anche collaborato con Fede al Ceglie Food Festival, una manifestazione che si tiene in estate nella piccola città gastronomica pugliese.

Dopo il tocco di napoletanità portato da Antonino Cannavacciuolo, mi piacerebbe tanto che nel programma ci fosse un punto di vista femminile”  dice Antonella confermando l’idea proposta da Cracco. “Non parlo esclusivamente di me, ci sono tante mie colleghe altrettanto talentuose, anche se io accetterei subito! Ho partecipato a diverse edizioni del programma, una volta sono venuti anche a trovarci a Ceglie e mi sono sempre divertita tanto“. Per lei non sarebbe una novità lavorare in tv, di recente è stata già giudice del programma “Cena di mezzanotte” ma ha già partecipato ad altri programmi, iniziando nel 2000 a “La prova del cuoco“. “Ricordo come ero nervosa, era difficile cucinare e nel frattempo parlare. Antonella Clerici mi ha aiutato tanto, in questo è una professionista e la stimo molto.”

Eppure vedendola così dolce e solare qualcuno potrebbe pensare che non sarebbe sufficientemente severa per masterchef al posto di Cracco. ” Io sono molto severa! Anche se non si direbbe. Lo sono con me stessa in primis, ma anche con chi lavora con me. Durante il servizio bisogna mantenere la massima concentrazione, fare lavoro di squadra. Dopo il lavoro si può ridere e scherzare, uscire a bere insieme per condividere dei momenti piacevoli e rinsaldare i rapporti umani.” Prima il dovere e poi il piacere insomma. Antonella è una grande professionista, stella Michelin da più di vent’anni, ma in tutto questo tempo è sempre rimasta umile. “In cucina ci vuole professionalità, personalità, ma sopratutto umiltà. Il nostro lavoro è essere al servizio degli altri, non dobbiamo mai dimenticarlo.

Stasera c’è la finale di Masterchef che Antonella ci confessa che guarderà, ma non vi diciamo per chi fa il tifo. Le chiediamo soltanto un consiglio per tutto quelli che vorrebbe fare questo lavoro, come ad esempio i concorrenti di Masterchef. “Non smettere mai di studiare e restare sempre umili, per me è questo il segreto del successo non solo in cucina, ma in qualsiasi lavoro.

Facebooktwittergoogle_plus
Rate This Article

Social media manager presso Livecode, Sommelier AIS, Life storyteller. Mi interessa tutto ciò che può essere bevuto o mangiato, per poter assaggiare la vita ogni giorno.

Nessun Commento

Lascia un commento

Cuscinetti speciali TVC Padova, ralle, ralle, ralle di base, ralle a tre anelli, guide lineari, guide lineari curve riparazioni smartphone, iphone, tablet, ipad News Italia