Al via L’Afragola Film Festival: attesi Avati, Morante e Fogliati

by Comunicato Stampa
0 comment

Si scaldano i motori per il grande inizio della terza edizione dell’ “Afragola Film Festival, Al di là della Visione ”  in programma dal 22 al 25 novembre,  madrina dell’evento l’attrice e regista Laura Morante.

Svelati i nomi del premiati attesi per la serata di gala di sabato in occasione della conferenza stampa della kermesse che si è svolta

presso  la Sala Moriani del Comune di  Afragola e che ha visto presenti  il Prof. Antonio Pannone, Sindaco di Afragola;  il Prof. Valerio Caprara, direttore artistico.

Attesi per il Gran gala finale, presentato da Lino D’Angio,

Pupi Avati, Enrico Baleri, Marina Confalone, Maurizio De Giovanni, Francesco Di Leva, Pilar Fogliati, Francesco Grisi, Mimma Lovoi, Laura Morante, Anna Pavignano, Carlo Alberto Pinelli, Teresa Saponangelo.

 

 

“Gli appassionati di cinema troveranno dei corti che sono stati scelti tra migliaia. E’ effettivamente abbastanza interessanti, non dei piccoli film falliti, ma dei grandi film in piccolo, cosa che a volte è più difficile da fare di una grande produzione. Poi troveremo una serie di convegni perché il tema del design e dell’architettura sono sempre al centro del festival”, dichiara il direttore artistico Valerio Caprara.

 

“L’Afragola Film Festival rappresenta  l’occasione per assistere alla mobilitazione delle energie sane  di una comunità che è proiettata su uno scenario e su una scala più vasta, in virtù di una configurazione  e di un ruolo che Afragola deve dimostrare di meritare per la presenza della stazione dell’alta velocità, per i grandi processi di trasformazioni urbanistiche territoriale che accompagneranno questa fase storica della vita della nostra terra” aggiunge il primo cittadino Pannone.

 

“L’Afragola Film  Festival con questa sua terza edizione, sta prendendo sempre di più i connotati di un festival importante di spessore internazionale e la parola che mi risuona nella testa e nel cuore è grazie”. Dichiara Gianluigi Osteri che aggiunge: “Ho un profondo senso di gratitudine verso chi ha creduto insieme a me e a Sebastiano Paciello in questo progetto. Da Valerio Caprara , al sindaco di Afragola, alla squadra degli organizzatori tutti. Senza dimenticare Alessandro D’Alatri che battezzò la prima edizione di un festival fino ad allora sconosciuto. A D’Alatri  abbiamo deciso di dedicare un libro”.

 

 

Il festival.

 

Anche quest’anno si conferma il focus sull’incrocio tra il cinema e l’architettura nelle forme dell’urbanistica e del design, con particolare attenzione al tema della sostenibilità  ambientale.

Numeri da record anche per questa terza edizione che ha registrato  ben 1180 film inviati per la valutazione e  per la partecipazione al concorso  che prevede diverse categorie  riservate a cortometraggi e lungometraggi provenienti da tutto il mondo, realizzati con i linguaggi della fiction, del documentario e dell’animazione.

 

Prodotti editoriali.

L’Afragola Film Festival  quest’anno si e` fatto promotore di due libri fotografici che saranno presentati al pubblico  proprio durante le quattro giornate del festival.

Si tratta di due testi: il primo avente come focus le

sale cinematografiche di Napoli e Provincia a cura di Valerio Caprara e Salvatore De Chiara ed  il secondo dedicato  al regista Alessandro D’Alatri, scomparso prematuramente  che sin  dagli esordi che aveva creduto nel Festival con  foto di Anna Camerlingo ed a cura di Monica Brancaccio.

Potrebbe interessarti

Polisonnografia a domicilio Napoli Agenzia SEO a Napoli Livenet News Network