Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Il giocatore al Teatro Bellini

14 marzo @ 21:00 - 26 marzo @ 18:00

il giocatore

Da martedì 14 a domenica 26 marzo, al Teatro Bellini di Napoli, in via Conte di Ruvo 14 (traversa di piazza Bellini) andrà in scena lo spettacolo Il giocatore, ispirato all’opera omonima e alla vita di Fëdor Dostoevskij, nell’originale adattamento di Vitaliano Trevisan per la regia di Gabriele Russo.

Il giocatore, con la Roulettenburg dominata dal gioco, trascina lo spettatore in una spirale fatta di gioco d’azzardo, di passioni e di compulsioni fino quel (non) luogo dove il desiderio si trasforma in ossessione e soggioga i protagonisti. Quest’opera è la terza tappa della Trilogia della libertà, cioè dei tre spettacoli prodotti dalla Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini con i quali è stato affrontato il concetto di libertà e di perdita della stessa. Prima Arancia Meccanica, con la sua società distopica dominata dalla violenza, diretto da Gabriele Russo, poi l’opprimente ospedale psichiatrico di Qualcuno volò sul nido del cuculo, diretto da Alessandro Gassman

Il Giocatore – Il romanzo

Nel 1866, all’età di 45 anni, Fëdor Dostoevskij, per far fronte ai suoi debiti di gioco, stipulò con l’editore Stellovskij un contratto sconclusionato: si impegnava a cedergli per nove anni i diritti sulla sua intera produzione letteraria, passata e futura, se non avesse prodotto un nuovo libro da dare alle stampe entro il novembre 1866. Sulle primesi rassegnò a perdere i diritti d’autore, poi, supportato dall’amico Milijukov, assunse una giovane stenografa, Anna Grigor’evna, grazie alla quale concluse il romanzo in 28 giorni. Di lei si innamoro e, nel giro di qualche mese, la sposò. Forse lei lo aiutò anche ad uscire dall’incubo del gioco, di cui si liberò qualche anno dopo il matrimonio. Il caso volle che il romanzo Il giocatore mise sulla sua strada la donna che lo affrancò dall’ossessione per il gioco.

Il giocatore- Lo spettacolo

A detta del regista Gabriele Russo, Il giocatore di Dostoevskij si presta, meglio di altri, ad affrontare in teatro il tema del gioco d’azzardo, perché in questo testo il gioco non è solo l’oggetto centrale dell’opera, ma è presente, in forma di metafora o di allusione, ovunque: è nelle relazioni ossessive tra i personaggi, nei continui rilanci a cui le circostanze li costringono, nelle vane speranze a cui sono aggrappati che li fanno stare sospesi.

Nello spettacolo teatrale in scena al Bellini si intrecciano le storie e le figure del protagonista Aleksej, sopraffatto dal vizio, e dello scrittore Dostoevskij, che scrisse il romanzo per poter ottemperare ai propri debiti di gioco.  Ma anche Polina diventa Anna Grigor’evna e poi nuovamente Polina.

Nel cast: Daniele Russo (Aleksej/Fëdor Dostoevskij), Marcello Romolo (Il generale),  Camilla Semino Favro (Polina/Anna Grigor’evna), Paola Sambo (Baboulinka), Alfredo Angelici (Mr. Astley), Martina Galletta (M.lle Blanche), Alessio Piazza (il croupier), Sebastiano Gavasso (De Grieux).

Il giocatore è una coproduzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, Teatro Stabile di Catania

Orari, informazioni e recapiti

Lo spettacolo comincerà alle ore 21 da martedì a sabato. Il sipario si aprirà, invece, alle ore 17.30 mercoledì 15 e sabato 18 marzo. La domenica, invece, prenderà avvio alle ore 18Il giocatore

Lo spettacolo durerà due ore, comprensive di intervallo.

Per info e prenotazioni, è possibile telefonare al botteghino al numero 081 5499688 oppure inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

Il progetto collaterale

 

In concomitanza con Il giocatore sarà allestita all’interno del foyer la mostra AZZARDO: non chiamiamolo gioco, promossa da Fondazione Exodus onlus, Casa del Giovane, Movimento No slot, Magazine Vita, Unilab e Anci, con il Patrocinio del Senato della Repubblica. Il progetto è stato realizzato dalla Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini in collaborazione con l’Università Federico II e con la Commissione Scuola e Istruzione del Comune di Napoli, sul tema della ludopatia. La mostra è costituita dalle opere di 36 noti vignettisti italiani, che hanno scelto l’ironia graffiante come argine contro la deriva del gioco d’azzardo.
Inoltre, due repliche dello spettacolo saranno dedicate esclusivamente agli studenti e saranno accompagnate da un intervento della dottoressa Fausta Nasti – psicologa-psicoterapeuta esperta in dipendenza comportamentali specializzata sul gioco d’azzardo –, volto ad educare e sensibilizzare i ragazzi circa i rischi del gioco.

Sullo questo tema, martedì 14 marzo alle 11.00 nell’aula Piovani del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in via Porta di Massa 1, si terrà un incontro dal titolo Gioco e psicologia. La dipendenza ne Il giocatore di Dostoevskij, al quale parteciperanno Arturo De Vivo, Prorettore Univesità degli Studi di Napoli Federico II; Luigi Felaco, Consigliere comunale presidente della Commissione Scuola; Caterina Arcidiacono, docente di psicologia Sociale dell’Ateneo federiciano; il regista Gabriele Russo; Giancarlo Alfano, Presidente del Corso Discipline della Musica e dello Spettacolo. Storia e Teoria; Francesco De Cristofaro, docente di critica letteraria e letterature comparate della Federico II; Valentina Boursier, ricercatrice di psicologia clinica; Fausta Nasti, psicologa psicoterapeuta esperta in dipendenze comportamentali, specializzata sul gioco d’azzardo.

 Si ringrazia l’ufficio stampa del Teatro Bellini per le fotografie

Dettagli

Inizio:
14 marzo @ 21:00
Fine:
26 marzo @ 18:00
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , , , , ,

Luogo

Teatro Bellini
Via Conte di Ruvo 14
Napoli, 80135 Italia
+ Google Maps
Sito web:
http://www.teatrobellini.it/storia