Nicola Notturno ucciso in un agguato a Scampia

by Redazione
0 comment
polizia di stato raffaele nicola notturno ghisleri generica

Nuovo omicidio nella notte a via Ghisleri, quartiere Scampia: a finire sotto la raffica di proiettili esplosi dai sicari è Nicola Notturno, 21 anni.  Sul caso indaga la polizia con gli agenti del commissariato di quartiere e gli uomini della Squadra Mobile.

Si torna ad uccidere a Napoli, quindi, dopo il duplice omicidio dello scorso sei settembre in cui persero la vita nel centro di Napoli Edoardo Amoruso e Salvatore Dragonetti.

Omicidio Nicola Notturno, la ricostruzione

Una pioggia di proiettili è stata esplosa agli indirizzi del giovane: almeno dieci i colpi indirizzati verso la vittima. I fatti si sono consumati intorno alle 3:00 della notte. Notturno è stato probabilmente affiancato da un’auto in corsa, da cui sono partiti gli spari. L’uomo è stato colpito a morte: inutile i tentativi di soccorso, Notturno si spegnerà in ambulanza durante l’inutile corsa all’ospedale San Giovanni Bosco.

La vittima

Nicola Notturno, già noto alle forze dell’ordine, era il figlio di Raffaele Notturno, ritenuto dagli inquirenti boss a capo dell’omonimo clan di camorra. I Notturno avrebbero fatto parte di quel “cartello” di clan “capeggiato” dagli Amato – Pagano più noti come scissionisti. Quelli che, in contrapposizione con i Di Lauro, diedero vita alla sanguinosa faida di Scampia in cui persero la vita un’ottantina di persone.

Il presunto movente: vendetta trasversale?

Preoccupante – e forse indicativa dell’evento delittuoso – è la cronologia degli eventi che – forse – hanno innescato questo nuovo raid che per le modalità appare fortemente di matrice camorristica. L’omicidio di Raffaele Notturno segue infatti di una manciata di giorni la scelta dello zio del ragazzo ucciso, Gennaro Notturno detto ‘o Saracino, di collaborare con la giustizia. L’uomo, stando a indiscrezioni di stampa, starebbe aiutando gli inquirenti a delineare nettamente lo scenario in cui la faida di Scampia si è sviluppata, svelandone protagonisti, scelte e decisioni. L’ipotesi che il nipote Raffaele sia finito nelle trame criminali di una vendetta trasversale è quella più accreditata al momento. Ma gli investigatori non tralasciano nessuna pista al momento.

Potrebbe interessarti

Leave a Comment

Polisonnografia a domicilio Napoli Agenzia SEO a Napoli Livenet News Network